Show/Covid, Can Can esagerato per vaccino e vaccinazione

Di Salvo Barbagallo Ciò che intimorisce o (nel miglior dei casi) suscita tanta perplessità è l’esagerata campagna “pubblicitaria” che ha preceduto e seguito il viaggio in Italia e le prime somministrazioni del vaccino anti Covid. La gente è stata posta in una condizione psicologica da fine del mondo se non si ottempera alla vaccinazione “globale”. Pochi (crediamo) sono tutto sommato gli scettici in merito ai mortali danni che ha provocato da oltre un anno di Pandemia: il numero delle vittime – oltre settantamila nella sola Italia – è noto, la…

Leggi tutto

I grandi “regali” di Natale degli USA alla Sicilia

L’America militare e misteriosa in casa nostra (3) Di Salvo Barbagallo La notizia l’offre l’Agenzia ANSA di buon mattino: La base americana Nas Sigonella dona oltre 500.000 dollari in attrezzature mediche per contribuire alla lotta contro il Covid-19 in Sicilia. La consegna più recente riguarda la seconda di tre consegne previste di Dispositivi di protezione individuale (Dpi) a tre ospedali di Catania. Mascherine e camici chirurgici per un totale di 370.916 dollari sono stati donati agli ospedali Garibaldi-Nesima e Cannizzaro e al Policlinico universitario per “aiutare i primi soccorritori sanitari…

Leggi tutto

I “Guardiani” di Trump sono già fra noi, in Sicilia

L’America militare e misteriosa in casa nostra (2) Di Salvo Barbagallo Troppo lungo l’elenco delle “cose” che l’attuale Governo non rende note alla collettività italiana. Una collettività ininfluente nelle decisioni che prende il Governo avendo delegato persone che ha ritenuto “affidabili” a rappresentarle in Parlamento, e quindi convinte che gli interessi nazionali e dei cittadini venissero salvaguardati in ogni circostanza. Il “delegare” basandosi sulla fiducia, purtroppo, alla fine provoca delusioni, senso di prostrazione e impotenza, mancando spesso gli strumenti per potere rimettere a posto  il mosaico delle aspettative che è…

Leggi tutto

L’America militare e misteriosa in casa nostra (1)

Di Salvo Barbagallo La grave situazione portata dalla Pandemia, vissuta spesso in maniera tragica per le centinaia di vittime che provoca, ha fatto dimenticare, o ha fatto mettere da parte argomenti che – in un modo o in un altro – riguardano la vita della collettività nazionale e isolana. Per fare un esempio: chi parla più dei continui sbarchi di migranti in Sicilia? Sbarchi che proseguono ormai indisturbato dopo l’annullamento delle misure governative prese dal precedente Governo. D’altra parte la vicenda dei pescatori di Mazara del Vallo tenuti per quasi…

Leggi tutto

Natale con 70mila agenti: mancano solo i carri armati dietro l’angolo

di Salvo Barbagallo Certo, se un Governo per fare rispettare  le “regole di buon senso” mette in strada per evitare eventuali assembramenti per il cenone di Natale e Capodanno ben settantamila agenti, più quelli normalmente in servizio, con in aggiunta le forze dell’Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza ed Esercito già operativi, si può ben affermare che mancano solo i carri armati dietro l’angolo e le forze speciali pronti a intervenire per disperdere i facinorosi “rivoluzionari del cenone”. Certo, c’è una guerra in corso, quella per battere la Pandemia, che…

Leggi tutto

Migranti: sono giovani, sono belli, sono aitanti, sono tanti…

Di Salvo Barbagallo Ben strana l’informazione “ufficiale” in Italia, l’informazione dei mass media (cartacei o televisivi) etichettata “nazionale” forse per la grande potenza d’urto che indubbiamente ha sul “sociale”. Si diffondono notizie (anche con dibattiti e quant’altro, che vedono alla ribalta personaggi illustri, spesso sconosciuti ai più) che hanno argomento principale la diffusione del Coronavirus, riportando puntualmente “bollettini di guerra” con il numero delle vittime, esaltando la capacità dei controlli istituzionali (leggi, tamponi) sull’intero territorio e sulla carenza dei posti letto per accogliere i pazienti in gravi condizioni. Marginalmente appaiono…

Leggi tutto

Coronavirus: complotto, incidente o arma?

Di Salvo Barbagallo Covid: le teorie del complottismo incominciano a fare breccia nell’immaginario collettivo? Fin troppo facile giungere a questa conclusione, fin troppo facile creare “alibi”: se complottismo c’è veramente: le “teorie” di varia natura che vengono messe in giro (strumentalmente) servono principalmente a chi complotta in quanto nella confusione che si determina possono agevolmente operare. Tanto scalpore per le parole pronunciate da padre Livio Fanzaga, direttore di “Radio Maria”, con le quali ha sostenuto che il Coronavirus sarebbe nato da “un progetto ben preciso, per colpire soprattutto l’Occidente, realizzato…

Leggi tutto

Inquietante e preoccupante il “non” ostacolato flusso di migranti in Sicilia

di Salvo Barbagallo Lo abbiamo scritto tante e tante volte: non si comprende il particolare permissivismo dell’attuale Governo dell’Italia in merito al continuo (e incontrollabile) flusso di migranti che sbarcano tranquillamente accolti in Sicilia. Oggi c’è una Sicilia classificata “Zona Arancione” che deve sottostare alle misure di sicurezza per fronteggiare il cosiddetto crescente numero di contagi da Coronavirus. I Siciliani si adattano più o meno volentieri alle nuove “regole” imposte in questo singolare (apparentemente) limitato lockdown, ma non comprendono i “perché” e i per “come” queste regole valgano soltanto per…

Leggi tutto

Pescatori sequestrati in Libia: promesse e comprensione per i familiari

Roma, 4 nov. (Adnkronos) – “Ho ricevuto pochi minuti fa la telefonata del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella che mi ha rappresentato la sua vicinanza ai familiari dei 18 pescatori di Mazara del Vallo ancora trattenuti in Libia”. Lo annuncia il sindaco di Mazara del Vallo, Salvatore Quinci, in un post su Facebook. “Ha riferito -prosegue il primo cittadino- di seguire la vicenda da vicino con aggiornamenti quotidiani; mi ha chiesto di riportare parole di conforto e di speranza a tutta la comunità dei pescatori della nostra città. Sono onorato…

Leggi tutto

Siamo in guerra, diciamolo pure…

di Salvo Barbagallo Emergenza Coronavirus, migliaia di morti in Italia, milioni nel mondo: nessuno può negare l’esistenza di questo temibile morbo. E pur tuttavia c’è sempre un “qualcosa non quadra”, che inesorabilmente affiora e lascia inquieti. Innanzitutto l’indifferenza (apparente per gli ignari, strumentale per altri?) sulle sue oscure origini. È assodata metodologia scientifica quando c’è necessità di “comprendere” la natura di un virus di accertarne provenienza e cause che l’hanno determinata. C’è da rilevare che solo all’inizio della Pandemia la questione venne posta in discussione, poi l’assoluto silenzio e il…

Leggi tutto

Enrico Mattei: l’anniversario (quasi) dimenticato

Di Salvo Barbagallo Nell’Italia prodiga di commemorazioni, quest’anno è passato (quasi) inosservato l’anniversario della fine di Enrico Mattei, il potente, controverso e discusso presidente dell’ENI che nella notte del 27 ottobre del 1962 concluse la sua esistenza terrena precipitando e schiantandosi con il suo velivolo nelle campagne di Bescapé, in provincia di Pavia a dodici chilometri di distanza dall’aeroporto di Milano-Linate. Certo, si sta attraversando un momento difficile con la Pandemia che in Italia (e ovunque) continua a mietere vittime: comprensibile (?) che i mass media dedicano lo spazio principale…

Leggi tutto

Conte: “Ecco perché ho chiuso, nessuno soffi sul fuoco”

di Salvo Barbagallo L’AdnKronos riporta un intervento sul “Fatto Quotidiano” del premier Giuseppe Conte – che noi proponiamo ai nostri lettori – con il quale intende spiegare le “ragioni” che lo portato a varare il recente Dpcm con la nuova normativa per fronteggiare il diffondersi del Coronavirus. Ecco le motivazioni di Giuseppe Conte, così come riportate da AdnKronos: “Abbiamo appena varato un Dpcm con misure più restrittive, ma necessarie. Quel Dpcm è nato da un lungo confronto tra tutte le forze di maggioranza, rappresentate dai rispettivi capi-delegazione. Queste misure non…

Leggi tutto

Prove di guerra civile: il nemico in casa è solo il Covid?

di Salvo Barbagallo L’attenzione dei mass media sulle forti proteste contro le ultime misure restrittive adottate dal Governo si è appuntata principalmente sulle città di Milano, Torino e Napoli, ma la rabbia della gente è esplosa da un capo all’altro d’Italia, da Trieste fino al cosiddetto “profondo” Sud. I commenti, ovviamente, non potevano e non possono essere che negativi là dove la rabbia si trasforma in violenza, ma è fin troppo facile “condannare” – come qualche intellettuale radical chic fa – stando seduti in poltrona a vedere in tv quanto…

Leggi tutto

Le proteste a Palermo e Catania organizzate da Matteo Messina Denaro?

Le proteste di piazza delle ultime ore a Palermo e Catania sono state organizzate da Matteo Messina Denaro? Ma vah! Eppure non ci vuole molta fantasia per supporre che “qualcuno”, prima o poi, attribuirà i movimenti di piazza nelle due principali città siciliane alla mafia, alla criminalità (organizzata e spicciola), alla delinquenza comune. Ribadiamo: non ci vuole molta fantasia, un capro espiatorio bisogna pur trovarlo. Nessuno, in questa sede, intende escludere che fra i manifestanti nelle serate di “ribellione” civica possano essersi infiltrati individui “male intenzionati” con l’intento di fomentare…

Leggi tutto

Governo Italiano: Ok migranti, Ko pescatori Siciliani sequestrati

Di Salvo Barbagallo Dispiace dirlo, dispiace chiederlo: quale credibilità ha oggi il Governo del Paese Italia? La risposta non si può attendere dai sondaggi dai risultati dei quali tutto procede bene. Se si guarda allo stato delle cose, con la Pandemia che spadroneggia, con gli ospedali che si indicano già in crisi per il crescente numero dei contagi e il numero delle vittime che ha ricominciato a salire pericolosamente, con possibili lockdown in arrivo, quel “tutto procede bene” sembra una nota stonata. Certo l’informazione attuale così come viene ammannita quotidianamente…

Leggi tutto

Già previsto un nuovo lockdown Covid

di Salvo Barbagallo Stupore e preoccupazione per il possibile lockdown che potrà essere stabilito dal Governo prima delle festività di Natale. Comprensibile la preoccupazione, non certo lo “stupore”: già prospettata da mesi la “possibilità” di una nuova “chiusura” a fine autunno, e l’applicazione di ulteriori misure restrittive. Il Coronavirus non era stato sconfitto in estate solo perché erano diminuiti i contagi e il numero dei decessi. La meraviglia dovrebbe riguardare altri aspetti che riguardano la Pandemia: cioè come è stata affrontata sin dall’inizio, e come viene e verrà affrontato dai…

Leggi tutto