Hashish e marijuana dalla Spagna a Palermo in pacchi postali

Pacchi postali zeppi di droga. E’ così che hashish e marijuana arrivavano a Palermo dalla Spagna. A ricostruire i ‘viaggi’ della sostanza stupefacente destinata a rifornire i pusher dello Zen 2 sono stati i carabinieri della Stazione di San Filippo Neri, che hanno fatto scattare le manette ai polsi di otto persone: quattro sono finite in carcere, altrettante ai domiciliari. Per tutti l’accusa, a vario titolo, è di spaccio di sostanze stupefacenti.  Le indagini andate avanti per mesi hanno permesso di scoprire come, in piena crisi pandemica, gli indagati, che…

Leggi tutto

Nelle acque delle Isole delle Femmine trovato relitto nave romana

Un relitto romano del II secolo a.C., giacente a 92 metri di profondità nelle acque antistanti Isola delle Femmine, in provincia di Palermo, è stato individuato nelle scorse ore durante una ricognizione effettuata dal personale della Soprintendenza del Mare della Regione siciliana a bordo della nave oceanografica Calypso South dell’Arpa Sicilia. La nave, attrezzata con strumentazione di alta precisione e condotta dagli specialisti dell’area Mare dell’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente, nelle scorse settimane ha effettuato, insieme alla SopMare, ricognizioni subacquee per verificare la presenza di reperti archeologici in alto fondale.…

Leggi tutto

In 300 a ballare senza mascherina in lido Isola delle Femmine

Circa 300 persone intente a ballare, assembrate su una piattaforma di circa 100 metri quadrati, senza mascherina e ben oltre l’orario di chiusura dei locali previsto da un’ordinanza del sindaco. I poliziotti del commissariato di Mondello hanno sequestrato la scorsa notte parte di uno stabilimento balneare a Isola delle Femmine (Palermo) gestito da un palermitano. Per l’attività accessoria alla balneazione è stata disposta la chiusura per 5 giorni. L’attenzione degli agenti si è concentrata negli ultimi giorni su Isola delle Femmine e Capaci, dopo avere registrato una tendenza dei giovani palermitani a convergere…

Leggi tutto

Maxi piantagione di marijuana in casolare abbandonato a Palermo

Nel cuore del quartiere Pagliarelli scoperte 891 piante in un seminterratoUna maxi piantagione di marijuana è stata scoperta nel quartiere Pagliarelli di Palermo dalla Polizia che ha arrestato un 27enne incensurato con l’accusa di coltivazione di marijuana e furto di energia elettrica. L’attenzione degli investigatori già da qualche giorno era rivolta a un immobile in stato di abbandono e disabitato da alcuni anni meta di un continuo viavai di giovani. All’interno del casolare gli agenti hanno trovato tre uomini che alla loro vista si sono dati alla fuga. Mentre due di loro…

Leggi tutto

Il cantautore Carmelo Piraino in live al Pyc di Villa Trabia a Palermo

Domenica 25 luglio il cantautore siciliano Carmelo Piraino si esibirà live al Pyc (Villa Trabia) di Palermo (entrata via Marchese Ugo, 4 – ore 21.30 – ingresso gratuito), accompagnato da Manfredi Tumminello (chitarre), Manfredi Caputo (percussioni) e da Giuliano Fondacaro (chitarra e basso) e presenterà i brani del suo album d’esordio “Non so se posso” Un esordio discografico, prodotto da Massimo Scalici, provocatorio ed ironico, che racchiude la vita, i sentimenti del cantautore, e tutte le sfaccettature di un animo che tenta di trovare un senso: “un senso tra ragione…

Leggi tutto

Reati tributari e bancarotta, a Palermo 5 arresti e sequestro da 4,4 mln

Una bancarotta fraudolenta da 22 milioni di euro è stata scoperta a Palermo dai finanzieri del Comando provinciale che, su delega della Procura, hanno arrestato cinque persone e sequestrato beni per oltre 4,4 milioni di euro, importo corrispondente all’ammontare dell’evasione di imposta accertata. In carcere è finito Francesco Gambino, 55 anni, ai domiciliari Francesco Paolo Sanzo, 47 anni, Eugenio Leticia, 52 anni, Giuseppe Teresi, 50 anni, Gianpiero Anello, 51 anni. Tutti sono accusati a vario titolo di associazione a delinquere, emissione e utilizzo di fatture false, omesso versamento di ritenute, indebita compensazione…

Leggi tutto

A Palermo il Museo Riso diventa “Il giardino delle delizie”

Si inaugura oggi (mercoledì 4 agosto) alle 18.00 al Museo Regionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Palermo– Palazzo Belmonte Riso, Il giardino delle delizie, la mostra di Momò Calascibetta, curata da Andrea Guastella.  La rassegna, ricca di oltre cinquanta opere, tra dipinti, disegni, sculture e istallazioni, ricostruisce un percorso lungo oltre quarant’anni, dai lontani esordi palermitani di Momò Calascibetta durante un evento seguito da Leonardo Sciascia, che si innamorò di un suo lavoro, all’avventura di Cenere, rassegna satirica “in memoria” del sistema dell’arte, ancora in pieno svolgimento. Pur vivendo a Milano…

Leggi tutto

Blitz antimafia dei carabinieri a Palermo, 8 arresti

I carabinieri del Comando provinciale di Palermo hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del capoluogo siciliano su richiesta della locale Procura distrettuale antimafia nei confronti di 8 indagati (7 in carcere e uno ai domiciliari), ritenuti a vario titolo responsabili di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsioni aggravate, danneggiamento seguito di incendio. Le indagini, coordinate dal un pool di magistrati guidati dal procuratore aggiunto Salvatore De Luca, colpiscono ancora una volta il mandamento di Tommaso Natale, dimostrando la sua “perdurante operatività” nonostante le numerose…

Leggi tutto

Processo trattativa, difesa Dell’Utri: “E’ innocente, Brusca inattendibile”

L’arringa dell’avvocato Padovani: “Gli imputati simboleggiano una vicenda e la posta in gioco è alta” “Marcello Dell’Utri è perfettamente innocente, a suo carico, in termini fattuali, non c’è nulla. Non c’entra nulla. Questo processo è, per molti peculiari aspetti, di portata storica. Mi sono reso conto che si agitano questioni di fondo che superano largamente le posizioni dei singoli imputati, che sono la carne viva su cui il processo opera e agisce”. Inizia così l’arringa difensiva dell’avvocato Tullio Padovani, uno dei legali dell’ex senatore di Forza Italia Marcello Dell’Utri nel…

Leggi tutto

Insediato il nuovo Presidente del Tribunale di Palermo

Si è insediato, nel corso di una cerimonia, il nuovo Presidente del Tribunale di Palermo Antonio Balsamo, 56 anni. Alla cerimonia erano presenti il procuratore aggiunto Salvo De Luca, il presidente della corte d’appello di Palermo Matteo Frasca, il presidente facente funzioni del tribunale Alfredo Montalto. Oltre agli ultimi Presidenti del tribunale Leonardo Guarnotta e Salvatore Di Vitale. “Antonio Balsamo sarà un’assoluta certezza nello svolgimento delle funzioni direttive – ha detto De Luca – E’ una persona di grande umanità e straordinaria vitalità. Un tribunale come il nostro ha bisogno…

Leggi tutto

Blitz di Carabinieri e Polizia al mandamento di Ciaculli, 16 fermi tra vertici

Nuovo colpo al mandamento di Ciaculli a Palermo. Carabinieri e Polizia di Stato hanno dato esecuzione, su delega della Direzione distrettuale antimafia, a 16 provvedimenti di fermo a carico di altrettanti indagati ritenuti a vario titolo responsabili di associazione di tipo mafioso ed estorsione aggravata del metodo mafioso. Tredici le misure eseguite dalla Polizia, al termine di due anni di indagine sulla scia delle operazioni ‘Maredolce 1’, ‘Maredolce 2’ e ‘Sperone’, concluse tra il 2017 e il 2019. Sono stati individuati capi e gregari delle famiglie mafiose della Roccella e di Brancaccio e…

Leggi tutto

Fratello Borsellino: “Io qui contro ipocrite parole Istituzioni, no avvoltoi su Paolo”

STRAGE BORSELLINO. “Dal 2007 vengo qui in via d’Amelio per impedire che ipocrite esternazioni e dichiarazioni di rappresentanti delle Istituzioni e le loro corone di alloro. Li vedevo come avvoltoi che venivano su luogo strage per assicurarsi che Paolo fosse veramente morto e per mettere il sigillo sulla sua tomba”. A dirlo all’Adnkronos è Salvatore Borsellino, fratello di Paolo, il giudice antimafia ucciso da Cosa nostra nella strage di via d’Amelio. “Oggi le Istituzioni non vengono più – ha aggiunto -, hanno paura di un’agenda rossa sollevata in alto, forse…

Leggi tutto

Blitz in tre Comuni del palermitano: sequestro beni per oltre 2,5 mln e 5 arresti

Partinico, San Giuseppe Jato e San Cipirello. Sono questi i tre Comuni del palermitano interessati, all’alba di oggi, dall’operazione ‘Cogenesi’ dei Carabinieri e della Guardia di finanza di Partinico che ha portato al sequestro di beni per oltre 2,5 milioni di euro e agli arresti domiciliari di tre amministratori di imprese operanti nel settore dei rifiuti e già destinatarie di provvedimenti interdittivi antimafia per collegamenti con esponenti mafiosi del mandamento di San Giuseppe Jato. L’ordinanza, emessa dal gip di Palermo su richiesta della procura, prevede anche l’obbligo di dimora per l’amministratore…

Leggi tutto

Roberto Alajmo a “Un mare di libri” di Terrasini

Terzo appuntamento con la sesta edizione di “Un mare di libri”, la rassegna letteraria organizzata dal Comune di Terrasini (Palermo), con la collaborazione della Biblioteca Comunale “Claudio Catalfio” e il coordinamento editoriale del Mondadori Point Palermo. Ieri sera nella suggestiva cornice di palazzo d’Aumale, il giornalista e scrittore Roberto Alajmo ha presentato il suo ultimo libro “Io non ci volevo venire” (Sellerio editore Palermo). Un romanzo originale di grande forza, un racconto ad alta tensione, la storia di una ragazza scomparsa, un investigatore riluttante e quattro donne pettegole in un…

Leggi tutto

Asse mafioso Palermo-Usa, colpo a storico clan Torretta: 10 arresti

Colpo alla famiglia mafiosa di Torretta nel Palermitano. Su delega della Direzione distrettuale antimafia i carabinieri del Comando provinciale di Palermo hanno dato esecuzione a 11 misure cautelari, emesse dal gip, a carico di altrettanti indagati, accusati a vario titolo di associazione di tipo mafioso, detenzione di stupefacenti, favoreggiamento personale e tentata estorsione con l’aggravante del metodo mafioso. Per nove è scattata la custodia cautelare in carcere, uno è finito agli arresti domiciliari mentre per l’undicesimo è scattato l’obbligo di dimora nel comune di residenza.  Le indagini, condotte dal nucleo Investigativo…

Leggi tutto

Morto Alfonso Giordano, Presidente del primo maxiprocesso alla mafia

Nel 1987 inflisse 19 ergastoli e 2.665 anni di reclusioneE’ morto Alfonso Giordano, 92 anni, il Presidente del primo maxiprocesso alla mafia. Era il 16 dicembre del 1987 quando il Presidente della Corte d’assise Giordano inflisse 19 ergastoli e 2.665 anni di reclusione. Mai nella storia si era celebrato un processo con 475 imputati e con centinaia di imputazioni. Alla sbarra nomi eccellenti di Cosa Nostra: da Leoluca Bagarella a Pippo Calò e Michele Greco, oltre ai due boss corleonesi, Salvatore Riina e Bernardo Provenzano, che all’epoca erano ancora latitanti.…

Leggi tutto

Blitz anti-assenteismo al Comune di Palermo, 28 misure cautelari

Blitz antiassenteismo al Comune di Palermo e in alcune partecipate. Su delega della locale Procura i finanzieri del locale Comando provinciale hanno eseguito 28 misure cautelari. Per 8 sono scattati gli arresti domiciliari, per altri 14 l’obbligo di dimora e di presentazione alla Polizia giudiziaria; per 6 solo quest’ultimo. Sono indagati a vario titolo per truffa a danno di un ente pubblico e falsa attestazione della presentazione in servizio. I destinatari del provvedimento cautelare sono 11. C’è anche un indagato per mafia nel blitz anti-assenteismo della Guardia di finanza di Palermo.…

Leggi tutto