Il giovane di Randazzo che sparò a Togliatti

“Non sono pentito – dice il 97enne Antonio Pallante all’Adnkronos -. Ho pensato che fosse la cosa giusta da fare per salvare il Paese”. 21 gennaio 1921, 100 anni fa la scissione di Livorno. Di Francesco Saita (Adnkronos) – Non ha dimenticato quasi nulla di quel 14 luglio del 1948, quando tre colpi di pistola colpirono Palmiro Togliatti, il leader del Pci, appena uscito dalla Camera dei deputati, in compagnia di Nilde Iotti, sua compagna nel partito e nella vita. Eppure Antonio Pallante, che ha compiuto ad agosto 97 anni,…

Leggi tutto

Importanti ritrovamenti preistorici a Motta Camastra

di Gaetano Consalvo* Recentemente sembra essersi risvegliato da parte di studiosi, accademici, appassionati o semplici curiosi un particolare interesse verso il sito preistorico di contrada “Grotta Paglia” nel territorio di Motta Camastra.Personalmente avevo notato una grandissima presenza di insediamenti preistorici lungo tutta la valle dell’Alcantara, partendo da Giardini dal sito di “Pietra perciata“ visibile dallo svincolo autostradale, fino a Tripi, Montalbano per raggiungere baia di Tindari.In epoche remote questa valle è stata fortemente antropizzata da civiltà preistoriche molto evolute e purtroppo poco studiate dagli archeologi. Proprio in questi giorni, ed…

Leggi tutto

Nella Catania di Caronda la procedura dei riti massonici dell’Ottocento

Di Santi Maria Randazzo Nei rituali di ammissione dei “ Candidati Apprendisti” alla Frammassoneria della Catania di metà ‘800, ritroviamo inoltre un gesto simbolico che sarà adottata dalla Mafia: “ La Pungitina” ! Nella Catania del V secolo a.C. la riforma delle “ Costituzioni Cittadine” venne affidata al legislatore Caronda che realizzò una riforma legislativa che costituì, in quel preciso momento storico, la formulazione più avanzata, illuminata, progressista e garantista che il mondo ellenico, e non solo, poté conoscere. L’evoluzione politico-sociale delle comunità siceliote nel V secolo a.C. aveva determinato…

Leggi tutto

Il contributo di Frate Pantaleo al successo dell’impresa Garibaldina

Di Santi Maria Randazzo L’impresa garibaldina in Sicilia più volte rinviata per l’esigenza di Garibaldi di avere una qualche certezza della sua riuscita, fu preparata con molta accuratezza e vari furono i velleitari tentativi messi in atto in precedenza da vari personaggi, fra cui Rosalino Pilo, soffocati nel sangue. La documentazione storica che attesta come l’arrivo di Garibaldi in Sicilia avvenne in un contesto in cui vari personaggi e realtà locali erano pronti a sorreggere l’impresa è inequivocabile; certo Garibaldi non era del tutto sicuro della vittoria e più volte…

Leggi tutto

Addio a Jacques Dumarçay, il salvatore dei templi di Angkor

L’archeologo francese Jacques Dumarçay, l’artefice dei grandi restauri di Angkor, in Cambogia, fino al 1971, poco prima che i Khmer Rossi salissero al potere, e di nuovo nel 1991, è morto a Saint-Rémy-lès-Chevreuse, vicino a Parigi, all’età di 94 anni. L’annuncio della scomparsa è stato dato dal quotidiano francese “Le Monde” a funerali avvenuti per volontà del defunto. Con il suo eccezionale lavoro storico e archeologico, Dumarçay ha contribuito in maniera determinante alla salvaguardia dei templi di Angkor (IX-XV secolo) e all’iscrizione nel 1992 del sito archeologico più importante della…

Leggi tutto

Scoperta in Francia, anche i Neanderthal seppellivano i loro morti

Una fossa scavata in uno spazio preparato per l’occasione e il corpo di un bambino di due anni adagiato al suo interno: un Neanderthal vissuto 41.000 anni fa. È lo scenario ricostruito da un gruppo internazionale di ricerca a La Ferrassie, in Francia: uno dei più famosi siti neanderthaliani. I risultati pubblicati su “Scientific Reports” documentano per la prima volta che i Neanderthal seppellivano i loro defunti. Non solo: i resti fossili esaminati appartengono al più recente Neanderthal fino ad oggi datato in modo diretto. Lo studio è stato realizzato…

Leggi tutto

Neanderthal, scoperti i segreti dell’Uomo di Altamura

Svelati alcuni segreti dell’Uomo di Altamura, il più completo scheletro di Neanderthal mai scoperto e uno fra i più antichi, risalente a circa 150mila anni fa. Per la prima volta i ricercatori, grazie a sofisticate apparecchiature, hanno potuto identificare con precisione le caratteristiche della dentatura e delle ossa mascellari e hanno stabilito che questo uomo del Paleolitico era in età matura quando morì. Rinvenuto nel 1993 in Puglia, nelle profondità della grotta carsica di Lamalunga in Alta Murgia, l’Uomo di Altamura è tuttora imprigionato nella roccia a diversi metri di…

Leggi tutto

Golpe Borghese, 50 anni fa il mistero del tentato colpo di Stato

“Italiani, l’auspicata svolta politica, il lungamente atteso colpo di stato ha avuto luogo. La formula politica che per un venticinquennio ci ha governato e ha portato l’Italia sull’orlo dello sfacelo economico e morale ha cessato di esistere”. Con queste parole Junio Valerio Borghese (Roma 1906 – Cadice 1974), ex comandante della X Mas e leader dell’organizzazione neofascista Fronte Nazionale, la mattina dell’8 dicembre 1970 avrebbe lanciato un proclama dalla televisione, annunciando all’Italia la sua presa del potere: terminava la democrazia repubblicana ed iniziava una dittatura militare. Ma il ‘principe nero’…

Leggi tutto

Nuove scoperte su Zippalanda, città Ittita del dio della tempesta

Si chiama Zippalanda la città santa degli Ittiti consacrata al dio della tempesta sulle cui tracce è al lavoro, dal 2008, la missione archeologica italo-turca in Anatolia centrale, alla quale partecipa anche l’Università di Pisa. L’ultima campagna di scavi nel sito di Uşaklı Höyük, terminata in queste settimane, ha rivelato la presenza di probabili tracce dell’insediamento dell’età del Bronzo Medio, ancora precedenti alla città ittita che secondo gli studiosi sarebbe appunto da identificarsi con Zippalanda. “Il risultato conseguito è di grande importanza perché per la prima volta abbiamo trovate prove…

Leggi tutto

Il terremoto del 1818 nel Catanese

Di Santi Maria Randazzo Alle ore 1,10 italiane del  20 febbraio 1818, vi fu una forte scossa di terremoto che interessò la regione etnea e fu avvertita fortemente in tutta la Sicilia e, più leggermente nella Calabria meridionale e a Malta. Gli effetti più gravi riguardarono l’immediato entroterra di Acireale: le borgate di Aci Consolazione e Aci Santa Lucia furono pressoché completamente distrutte; crolli estesi a gran parte dell’abitato si verificarono ad Aci Catena, Aci Platani, Aci San Filippo e Aci Sant’Antonio. Complessivamente quasi 60 centri subirono crolli di edifici…

Leggi tutto

La celebrazione per procura del matrimonio del Re di Sicilia Martino

Di Santi Maria Randazzo Il 1402 vede la celebrazione per procura del matrimonio del Re di Sicilia Martino e della Principessa Bianca di Navarra a Catania nel castello Ursino nella stanza ove si tenevano le riunioni del Parlamento Siciliano [ stanza de Paramento ], attesa la momentanea impossibilità di poter far arrivare Bianca di Navarra in Sicilia e la necessità politica di celebrare al più presto quel matrimonio. Delle vicende del matrimonio tra martino e Bianca, vale la pena riportare integralmente ciò che dice il Curita: “ Sottoscrissero i capitoli…

Leggi tutto

Giovani e nanotecnologia per preservare i Beni culturali

“Il nostro Paese ha bisogno di ripartire, praticando la resilienza per non soccombere a questa terribile pandemia, ma anche di iniziare a pensare di nuovo ad un futuro positivo puntando sull’eccellenza dell’Italia: i Beni Culturali. Per questo, dopo tanta esperienza maturata nel settore, abbiamo pensato di far nascere l’Heritage Preservation Lab, un laboratorio dedicato al restauro e  alla conservazione, un grande progetto del quale faranno parte i più noti restauratori mondiali e dove, dopo un’adeguata formazione, verranno avviati al lavoro centinaia di giovani, che si specializzeranno nelle applicazioni di nanotecnologie”.…

Leggi tutto

Fascismo, un libro di Altaforte sulla Carta del Lavoro:

In tempi di crisi economica e distruzione del tessuto produttivo, la casa editrice sovranista Altaforte sceglie di pubblicare un libro sulla Carta del Lavoro del 1927, uno dei documenti fondamentali del fascismo, nel quale trovano piena espressione i suoi principi sociali e la dottrina del corporativismo.  “Civiltà del Lavoro”, questo il titolo del volume disponibile nelle librerie e sul sito www.altafortedizioni.it, è una raccolta di scritti e approfondimenti, con contributi di diversi autori e la prefazione di Augusto Sinagra, nella quale si mette in luce la rivoluzione che, durante il…

Leggi tutto

“La prima bomba”: racconto a fumetti sulla strage di piazza Fontana

Dopo il successo di ‘Salvezza’ e ‘…a casa nostra. Cronaca da Riace’, Marco Rizzo torna in libreria con una nuova graphic novel, ‘La prima bomba’ con disegni e colori di La Tram. Una storia a fumetti che racconta da un punto di vista inedito i mesi che precedettero lo scoppio della bomba di Piazza Fontana. Anno 1969, la minaccia delle stragi di Stato e l’incubo dell’eversione nera incombono sopra una Milano tesa e pronta a esplodere. Curzio Naso è un ispettore della Buoncostume. Vedovo, con un passato di militanza fascista,…

Leggi tutto

La chiesa della Nunziatella primo insediamento di Misterbianco

Di Santi Randazzo Il sito di contrada Nunziatella ricorre spessissimo nelle cronache storiche che vi datano al III secolo d.C. la presenza di un Pago dedicato a Bacco per la diffusa coltivazione di vitigni in quella zona, ed il cui primo insediamento viene ricondotto ad un Pakis greco all’epoca in cui il sito apparteneva al territorio di Aitna-Inessa l’odierna Motta Santa Anastasia, e di cui abbiamo dato notizia in altri lavori. in epoca successiva la chiesa di San Giovanni Gerosolimitano prende il nome di chiesa di “Santa Maria della Nunciata”.…

Leggi tutto

Motta Camastra restituisce altri tratti storici

di Gaetano Consalvo È trascorso più di un anno dall’evento promosso dall’Istituto per la cultura Siciliana sul tri-centenario della battaglia di Francavilla tenutosi a Motta Camastra il 23 giugno 2019. Moltissimi nuovi elementi storici sono emersi da quell’incontro. Per primo l’importanza del ruolo di Motta Camastra nella battaglia ed il ritrovamento della lapide funeraria del generale Ferdinando di Wolqkenstein caduto in quel frangente e sepolto nella chiesa madre di Motta. Inoltre nell’esaminare le antiche carte dell’epoca ci si è incuriositi per la presenza di un’antica strada d’ accesso al paese…

Leggi tutto

Il Dongione di Motta Santa Anastasia

di Santi Randazzo Nel numero 15 della rivista “ Incontri” del 2016 pubblicavo il contenuto di documenti depositati presso la Sovrintendenza ai Beni Culturali di Catania che dimostravano in modo inequivocabile come la cisterna esistente all’interno del Dongione di Motta Santa Anastasia (erroneamente ma usualmente indicato come Castello e visibile nella sottostante immagine) era stata costruita nel 1934; per cui rimando eventuali lettori interessati a consultare l’articolo, intitolato: “La presunta prigione di Bernardo Cabrera nel castello di Motta Santa Anastasia (CT)”. Alla luce della documentazione rinvenuta presso la Sovrintendenza di…

Leggi tutto