Il superlatitante calabrese Domenico Trimboli catturato in Colombia

Catturato in Colombia il latitante Domenico Trimboli, era inserito nella lista dei ricercati più pericolosi del Ministero dell’Interno. Al termine di articolate attività investigative, condotte in Italia ed Oltreoceano delle Squadre Mobili di Reggio Calabria ed Alessandria e dal ROS dei Carabinieri, è stato rintracciato e catturato nella città di Medellín in Colombia il latitante TRIMBOLI Domenico, alias Pasquale, nato a Buenos Aires e legato ad ambienti di ‘ndrangheta della fascia Jonica reggina. Trimboli era latitante dal 2009, cioè da quando il Tribunale di Reggio Calabria emise un ordine di custodia…

Leggi tutto

Oltre un miliardo di beni al vento, maxi-sequestro della DIA di Palermo

Enorme sequestro di beni a Palermo, sotto mira della Direzione Investigativa Antimafia di Palermo il re dell’eolico Vito Nicastri. L’impero di Nicastri è stato congelato in quanto Nicastri è considerato uomo vicino al super latitante Matteo Messina Denaro. Gli investigatori sono entrati in azione all’alba agendo in ben quattro regioni: Sicilia, Lombardia, Calabria e Lazio. Ben 43 tra società e partecipazioni finanziarie, 66 i rapporti finanziari (conti correnti, polizze, depositi, carte di credito). Ingente il patrimonio immobiliare con 98 proprietà tra ville, terreni, palazzine, magazzini; altre 7 tra autovetture e…

Leggi tutto

Il parco archeologico di Sibari sommerso da acqua e fango

A causa delle intense piogge esonda il fiume Crati a Sibari, una marea pari a circa 200 mila metri cubi di acqua e fango ha così inondato il vicino parco archeologico. Ingenti e ancora da quantificare i danni al patrimonio. Il Parco Archeologico di Sibari si estende per 168 ettari e si trova al km 25 della strada statale 106 Ionica che l’attraversa tutto in direzione nord-sud. L’area archeologica si trova sulla riva sinistra del fiume Crati, sotto il livello della faglia acquifera creando grossi problemi dovuti alle infiltrazioni d’acqua…

Leggi tutto

Studente ucciso nella notte a Gioia Tauro

Omicidio nella notte a Gioia Tauro. A cadere sotto i colpi di pistola uno studente 22 enne in via Sarino Pugliese. Francesco Bagalà era alla guida della sua auto, una Fiat Grande Punto, quando è stato affiancato da uno o più killer che gli hanno esploso contro diversi colpi d’arma da fuoco colpendolo alla testa e al torace. Nessuno si è accorto di nulla, complice l’orario (tra le 2 e le 3) fino al passaggio di una guardia giurata che si è insospettito per l’auto ferma sul ciglio di quella…

Leggi tutto