Rigopiano: il ricordo delle 29 vittime dopo 7 anni

A sette anni dalla tragedia di Rigopiano, il pensiero del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco è per le ventinove vittime di quella tragedia. “In quell’inferno di ghiaccio e macerie non sentimmo niente per due giorni dopo la valanga che investì l’hotel Rigopiano, nel territorio di Farindola (Pescara), poi la prima voce dal buio raggiunse le nostre squadre: nelle ore successive ne salvammo nove, quattro bambini e cinque adulti”, sottolineano i vigili del fuoco. “La ricorrenza della tragedia di Rigopiano (in Abruzzo), dove una gigantesca valanga causò la morte di…

Leggi tutto

Matteo Messina Denaro è morto, il boss aveva 62 anni

Era ricoverato nel reparto detenuti dell’ospedale San Salvatore a L’Aquila per un tumore al colon giunto al quarto stadio Matteo Messina Denaro è morto. Il boss della mafia aveva 62 anni ed era ricoverato nel reparto detenuti dell’ospedale San Salvatore a L’Aquila per un tumore al colon giunto al quarto stadio. Messina Denaro era da tre giorni in coma irreversibile per le conseguenze del cancro. Assistito fino all’ultimo dagli specialisti della terapia del dolore che lo hanno preso in carico dopo la sospensione di qualsiasi terapia oncologica. E’ stato lo…

Leggi tutto

Zona arancione per Sicilia, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia e Piemonte

Firmata l’ordinanza dal ministero della Salute Zona arancione per Sicilia, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia e Piemonte. e. Sono i passaggi colore annunciati dal ministero della Salute. Puglia e Sardegna, invece, in giallo. Alla luce dei dati del monitoraggio settimanale sull’andamento di Covid-19, il ministro Roberto Speranza ha firmato la nuova ordinanza che segna questi cambi di fasce di rischio. A fare da ago della bilancia gli alti tassi di occupazione non solo delle terapie intensive, ma anche dei reparti ordinari. Frena, intanto, l’incremento dei contagi covid in Italia pari al 3%…

Leggi tutto

Narcotraffico in pieno lockdown tra Sicilia e Abruzzo, 8 arresti da Gdf

Sgominata organizzazione criminale operante nel capoluogo dello Stretto e a Catania Traffico di droga in piena pandemia. I finanzieri del Comando provinciale di Messina, con la collaborazione dello Scico di Roma, hanno sgominato un’organizzazione criminale operante nel capoluogo dello Stretto e a Catania, con propaggini a Roma e a Pescara, dedita al commercio di sostanze stupefacenti. Otto persone sono state arrestate, su disposizione della procura di Messina, con l’accusa a vario titolo di associazione a delinquere finalizzata al traffico ed allo spaccio. Sequestrati, in due diversi interventi, oltre 65 chili…

Leggi tutto

Terrorismo, arrestato foreign fighter italiano

La Polizia ha dato eseguito la misura della custodia cautelare in carcere nei confronti di un 24enne foreign fighter italiano per associazione con finalità di terrorismo anche internazionale, arruolamento, apologia del terrorismo e istigazione a commettere crimini con queste finalità. Il 24enne è stato localizzato nell’area siriana di Idlib. Funzionari dell’Antiterrorismo della Polizia di Stato, dell’Aise e della Digos di Pescara si sono recati ad Hatay (Turchia) per prendere in consegna il connazionale L’operazione costituisce l’esito di una complessa attività di indagine, coordinata dalla procura dell’Aquila, volta al rintraccio del…

Leggi tutto

Scontro Governo/Regione Abruzzo su provvedimenti Covid

Un vero e proprio scontro tra governo centrale e Regione Abruzzo sull’ordinanza del governatore Marsilio che ha ‘decolorato’ con qualche giorno di anticipo la regione, da rossa ad arancione. Il ministro della Salute Roberto Speranza e il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia in una lettera ricostruiscono la vicenda, invitando e diffidando “a revocare ad horas l’ordinanza regionale n. 106 del 6 dicembre 2020 – scrivono a Marsilio – ricordandole le gravi responsabilità che potrebbero derivare dall’applicazione delle misure da Lei introdotte riguardo alla salute dei cittadini abruzzesi”. “Ci…

Leggi tutto

Lutto nel giornalismo: addio ad Arturo Diaconale

Era abruzzese di nascita e romano di adozione Arturo Diaconale, il giornalista scomparso nella notte a Roma a 75 anni dopo una lotta contro una lunga malattia. Una carriera iniziata nel 1973 alla redazione romana del Giornale di Sicilia dopo la laurea in Giurisprudenza e conclusa come direttore della Comunicazione e portavoce della S.S. Lazio, incarico che aveva assunto nel 2016. Diaconale era nato a Montorio al Vomano, in provincia di Teramo, l’8 settembre del 1945. Dopo l’esperienza nella redazione romana del quotidiano siciliano, nel 1980 passò al ‘Giornale’, allora…

Leggi tutto