Nell’ambulanza agli imbarcaderi di Messina 30 kg di droga: 2 arresti

I finanzieri del Comando provinciale di Messina hanno sequestrato, agli imbarcaderi dei traghetti che collegano la Sicilia alla Calabria, circa 30 chili di marijuana. La droga era nascosta a bordo di un’ambulanza, individuata durante i controlli effettuati sugli automezzi che sbarcano dai traghetti provenienti da Villa San Giovanni. Fondamentale si è rivelato il fiuto del cane antidroga Ghimly che ha permesso di scoprire nel mezzo di soccorso oltre 50 confezioni di marijuana, per un totale di circa 30 chili. La droga, se immessa sul mercato avrebbe potuto fruttare circa 300.000 euro. L’autista…

Leggi tutto

Trovato senza vita il diplomatico Pietro Panarello di Messina

L’Italia, dopo l’ambasciatore Luca Attanasio ucciso in Congo, perde un altro giovane diplomatico. Pietro Panarello, 40 anni, è stato trovato cadavere all’interno della sua abitazione in contrada Mirulla a Messina. Il giovane, primo Segretario per il Commercio e degli Affari Culturali dell’Ambasciata Italiana in Etiopia, è stato trovato con un sacchetto di plastica in testa. I suoi familiari insospettiti dal fatto che non riuscivano a mettersi in contatto con lui sono andati nella sua abitazione e lo hanno trovato già morto. Sul posto sono intervenuti gli uomini delle volanti della…

Leggi tutto

Messina, operazione della GdF: sequestrata merce contraffatta

I militari della Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Messina hanno sequestro 39.390 giocattoli di carnevale e altri articoli privi dei requisiti minimi di sicurezza prescritti dal Codice del Consumo, nonché mille capi con marchi contraffatti per un valore complessivo di oltre 50mila euro. Quattordici gli interventi eseguiti, nel corso dei quali sono state contestate violazioni nei confronti di 6 titolari di esercizi commerciali dove sono stati trovati gli articoli non conformi alle norme in materia di sicurezza prodotti, con conseguente segnalazione dei titolari alla Camera di Commercio di…

Leggi tutto

Messina, bar intestato a prestanome: 3 arresti

La Squadra mobile di Messina ha eseguito quattro misure cautelari nell’ambito di un’inchiesta coordinata dalla locale Direzione distrettuale antimafia sui gruppi criminali attivi nel popolare quartiere di Giostra. Gli indagati sono accusati, in concorso fra di loro, del reato di trasferimento fraudolento di valori con l’aggravante di aver agevolato l’organizzazione mafiosa del rione Giostra e, in particolare, Gaetano Barbera e Nicola Galletta, ex collaboratori di giustizia e già tratti in arresto il 29 dicembre 2019 durante l’operazione antimafia ‘Predominio’. A fare scattare le indagini fu l’attentato incendiario avvenuto agli inizi…

Leggi tutto

Si mette in sicurezza Castello Monte Tauro

Una vista mozzafiato sul versante ionico: a sud la vallata del fiume Alcantara e all’orizzonte le pendici dell’Etna per uno dei panorami più suggestivi dell’Isola. E’ quello che si può apprezzare dal castello arabo-normanno di Monte Tauro, a Taormina nel Messinese. La Struttura contro il dissesto idrogeologico, guidata dal governatore Nello Musumeci, ha programmato la messa in sicurezza della scalinata di accesso e il consolidamento del costone roccioso prospiciente. Ci troviamo nella Rocca del Tauro, che domina l’abitato di Taormina e il territorio circostante, sede del maniero di forma trapezoidale…

Leggi tutto

Falso bracciantato agricolo: arrestato imprenditore vicino ai clan dei Nebrodi

I Finanzieri del Comando Provinciale di Messina hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell’imprenditore agricolo di 58 anni, risultato vicino ad esponenti della criminalità organizzata operante nell’area dei Nebrodi ed accusato, in concorso con altri, dell’indebita percezione di finanziamenti pubblici e prestazioni assistenziali e previdenziali riconducibili al cosiddetto “falso bracciantato agricolo”, nonché innumerevoli ipotesi di falso. Il provvedimento, spiegano gli inquirenti, è l’evoluzione dell’operazione ‘Ladybug’, dal nome della principale società coinvolta, condotta dalle Fiamme Gialle della Tenenza di Patti e che, nel dicembre scorso, aveva già portato al…

Leggi tutto

Professionisti dedicati Covid a Messina per l’Usca “Case di Riposo”

Il Commissario dell’Ufficio emergenza Covid di Messina Marzia Furnari ha istituito l’ “Usca Case di riposo”, che avrà a disposizione un team di professionisti dedicati, disponibile ad intervenire direttamente nelle sedi interessate anche nei giorni festivi. La decisione, condivisa con il Direttore Sanitario Aziendale Bernardo Alagna, il Coordinatore della Commissione ispettiva, professore Marcello Mezzatesta e il Coordinatore USCA, dottore Gianfranco Nastasi, è stata presa in considerazione del frequente riscontro di positività al virus Covid 19 delle persone ospitate all’interno delle case di riposo e delle comunità alloggio, e alla luce…

Leggi tutto

Operazione della Polizia da Milano a Catania: 160 ordinanze cautelari

Dalle prime ore di questa mattina la Polizia sta eseguendo 160 ordinanze di custodia cautelare in carcere in sei diverse operazioni di polizia giudiziaria sul territorio nazionale, impiegando oltre 750 uomini. Le complesse indagini coordinate dal Servizio Centrale Operativo della Direzione Centrale Anticrimine hanno permesso di colpire duramente diverse organizzazioni criminali. Sono 80 gli arresti che si stanno eseguendo a Roma, Salerno e Milano nei confronti di appartenenti a diversi gruppi criminali operanti in quei territori, dediti allo smercio massivo di notevoli quantità di sostanze stupefacenti. Contestualmente a Reggio Emilia…

Leggi tutto

Arrestato piromane nel Parco dei Nebrodi

Un operaio forestale stagionale di 61 anni, originario di Longi (Messina) è stato arrestato in flagranza di reato dai carabinieri per incendio boschivo in area protetta. I militari lo hanno sorpreso in località Ferrante di Portella Gazzana mentre appiccava le fiamme in un’area boschiva in prossimità del Parco dei Nebrodi. L’uomo è stato immediatamente bloccato. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno domato il rogo evitando che potesse rapidamente propagarsi. Dopo le formalità di rito, il piromane è stato posto ai domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Leggi tutto

A Messina arrestato romeno per omicidio del fratello

Un ragazzo romeno di 25 anni è stato arrestato dai carabinieri per l’omicidio del fratello avvenuto il 19 maggio 2019 a Barcellona Pozzo di Rotto, in provincia di Messina. Il gip, su richiesta della procura guidata dal procuratore capo Emanuele Crescenti, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Tiberius Stelian Apetroaei. Ad avvertire i carabinieri, raccontando di aver trovato il corpo del fratello nel giardino di casa, era stato proprio Tiberius. Secondo il suo racconto, Tiberius aveva accompagnato a casa il fratello, Ciprian Catalin, dopo esserlo…

Leggi tutto

Comune di Tortorici da oggi Zona rossa

Il Comune di Tortorici, in provincia di Messina, è da oggi zona rossa. Lo prevede un’ordinanza del presidente della Regione siciliana Nello Musumeci. Il provvedimento, preso d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza – viste la nota del Comune e la relazione dell’Asp – serve a salvaguardare la salute pubblica e contrastare la diffusione del Coronavirus nel centro nebroideo. Le misure restrittive resteranno in vigore fino a lunedì 15 febbraio. Previsto il divieto di accesso e di allontanamento dal territorio comunale, con mezzi pubblici o privati, fatta eccezione per gli…

Leggi tutto

Cinesi arrestati a Messina per sfruttamento prostituzione

Cinque cittadini di origini cinesi sono stati arrestati dai carabinieri del Comando provinciale di Messina che hanno dato esecuzione ad un’ordinanza emessa dal gip su richiesta della locale procura. L’accusa è di associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento ed allo sfruttamento della prostituzione. Il provvedimento cautelare si basa sulle risultanze acquisite dal Nucleo Operativo della Compagnia di Taormina, nel corso di un’indagine su alcuni centri estetici di Messina e Giardini Naxos. Nel mirino il ‘Centro Benessere Summer’ dove la clientela era esclusivamente maschile, mentre le dipendenti erano solo di sesso…

Leggi tutto

Amministrazione giudiziaria per la “Caronte & Tourist”

Nell’ambito dell’inchiesta denominata “Scilla e Cariddi”, la procura distrettuale di Reggio Calabria diretta da Giovanni Bombardieri ha sequestrato beni per circa 800mila euro a Massimo Buda, dipendente della società “Caronte & Tourist” e figlio di Santo Buda, affiliato all’omonima famiglia di Villa San Giovanni (collegata alla cosca Imerti-Condello) e condannato in appello nell’ottobre scorso a 14 anni e 8 mesi di carcere nell’ambito dell’operazione “Sansone”). Secondo le indagini, inoltre, la società posta sotto amministrazione giudiziaria avrebbe agevolato, oltre a Buda, anche un altro dipendente dell’azienda che sarebbe affiliato alle cosche delle…

Leggi tutto

Trovate armi e munizioni nella campagne di Caronia

Con l’accusa di detenzione illegale di armi comuni da sparo, detenzione di armi clandestine, ricettazione e detenzione abusiva di armi e munizioni, i carabinieri hanno arrestato a Caronia, nel Messinese, un 55enne e un 36enne e denunciato per gli stessi reati un 59enne. I militari hanno effettuato alcune perquisizioni nelle campagne in contrada Sambuco in alcuni immobili rurali risultati nella disponibilità dei tre uomini. Le armi e le munizioni sono stati sequestrati e saranno inviati al Reparto carabinieri investigazioni scientifiche di Messina per essere sottoposti ad accertamenti balistici. I due…

Leggi tutto

Sicilia: da domani in “Zona rossa” Messina, Castel di Judica e Ramacca

Da oggi Sicilia in Zona arancione, ma da domani scattano tre nuove Zone rosse: Messina, Ramacca e Castel di Iudica. Il provvedimento relativo ai tre Comuni, preso d’intesa dal governatore Nello Musumeci con l’assessore alla Salute Ruggero Razza – viste le relazioni delle Asp di Messina e Catania e sentiti i sindaci – serve a salvaguardare la salute pubblica e contrastare la diffusione del coronavirus. Le misure restrittive resteranno in vigore fino a domenica 31 gennaio. Previsto il divieto di accesso e di allontanamento dal territorio comunale, con mezzi pubblici…

Leggi tutto

Covid Sicilia: il Comune di Capizzi da oggi “Zona rossa”

Il Comune di Capizzi, in provincia di Messina, dalle 14  da oggi sarà ‘zona rossa’ per dieci giorni. Lo prevede un’ordinanza del presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci. Il provvedimento, preso d’intesa con l’assessore alla Salute Ruggero Razza, vista la relazione dell’Asp e sentito il sindaco, serve a “salvaguardare la salute pubblica e contrastare la diffusione del Coronavirus”. Le misure restrittive resteranno in vigore fino alla mezzanotte di mercoledì 13 gennaio. A causa di un focolaio sviluppato dopo una festa privata a Nicosia (Enna), una sessantina di abitanti sono risultati…

Leggi tutto

Covid Sicilia, 58 contagi dopo festa privata

Focolaio Covid in Sicilia: 58 persone di Capizzi, piccolo centro del messinese, sono risultate positive a causa di un focolaio che si è sviluppato dopo una festa privata in un locale di Nicosia (Enna) che si sarebbe tenuta lo scorso 20 dicembre. Altre 25 persone sono adesso in attesa dei risultati del test. Si dice “molto preoccupato” il sindaco di Capizzi, Leonardo Principato Trosso: “La situazione è molto critica. Non possiamo permetterci di sottovalutare l’emergenza sanitaria che sta modificando le nostre abitudini di vita”. Il sindaco ha comunicato la situazione…

Leggi tutto

Messina. Minacce e violenza alla madre e alla nonna per comprare la droga: arrestato

I Carabinieri della Stazione di Falcone (Messina) hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari emessa dal Giudice delle Indagini Preliminari del Tribunale di Patti su richiesta della locale Procura della Repubblica, guidata dal Procuratore Capo Angelo Vittorio Cavallo, a carico di un 21enne di Falcone, ritenuto responsabile di estorsione, minaccia e danneggiamento ai danni della madre e della nonna. Il provvedimento cautelare scaturisce da un’attività di indagine condotta dalla Stazione Carabinieri di Falcone e coordinata dal sostituto Procuratore della Repubblica Federica Urban, “i cui esiti…

Leggi tutto

Messina: mafiosi con reddito di cittadinanza, frode da 330mila euro

Condannati per mafia percepivano il reddito di cittadinanza. E’ la frode scoperta dal Nucleo di polizia economico finanziario delle Fiamme gialle di Messina in collaborazione con l’Inps che ha portato alla denuncia di 25 persone sventando una frode di circa 330mila euro. A incassare indebitamente il sussidio erano appartenenti a vario titolo, dei clan di maggiore spicco di Messina e provincia, quali Santapaola-Romeo, Sparacio, Spartà, Galli, Batanesi-Bontempo Scavo, De Luca, Mangialupi, Camaro,Tortoriciani, Ventura, Ferrante e Cintorino. I denunciati sono condannati per estorsioni, usura, traffico di sostanze stupefacenti, voto di scambio, maltrattamento…

Leggi tutto