Regione: le incredibili cifre delle “valutazioni” e “variazioni

palazzo-dei-normanniDi Guido Di Stefano

 

La Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana offre molteplici spunti di riflessione: fossimo del “settore giusto” ne trarremmo ispirazione per pubblicazioni anche didattiche, inoltrandoci anche negli oscuri labirinti del dubbio, del mistero, dell’improbabile.

Continuiamo la nostra esposizione soffermandoci su due concetti sempre di attualità o di moda: valutazione e variazione, che racchiudono nel loro intimo dei percorsi  verso  l’ignoto. Sì verso l’ignoto, perché i passi si possono volgere verso  mete  finali contrastanti: perfezione o perdizione.

VALUTAZIONE

In un contesto generale dove la “politica” ha diligentemente codificato il rapporto fiduciario, dove la “politica” ha reso imperante  il detto “intuitus personae”, dove la “politica” ha inventato (non scoperto) i governi  “tecnici” e le giunte “tecniche”, suona come una beffa che la “politica” abbia ritenuto necessario il ricorso (santificato da idonee disposizioni di legge) ad una triade esterna di “valutazione” sostanzialmente fiduciaria  per giudicare i vertici dell’Amministrazione, volgarmente e genericamente chiamata burocrazia.

Almeno questa ci sembra la finalità del DECRETO PRESIDENZIALE 8 maggio 2014 – “Avviso pubblico per la nomina dei componenti dell’Organismo indipendente di valutazione (OIV) dell’Amministrazione della Regione siciliana “ pubblicato alle pagina  4 e successive della Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 22 – Parte Prima del 30 maggio 2014.

Caspita: fossimo noi a possedere la straordinaria facoltà dell’ “intuitus personae”,  e fossimo noi nelle condizioni di potere dettare  i rapporti fiduciari  certamente ci attribuiremmo la capacità di valutare i connessi operati ed adottare i conseguenti provvedimenti.

Ma noi siamo gente comune , senza straordinari poteri e facoltà.  Ciò nonostante ci chiediamo: cosa deve valutare l’OIV? La perfomance? Cos’è la perfomance?  E’ da intendersi in senso stretto come prestazione (e quindi efficienza-efficacia-economicità dell’azione amministrativa)  od in senso “lato” come esibizione (e quindi capacità di apparire e calcare la scena a qualsiasi titolo)?  Ma siamo proprio una colonia!?  E poi sarà  anche “demandato” all’OIV il compito di valutare l’effettiva prestazione dei vertici supremi (per elezione e per investitura con annessi e connessi) dell’Amministrazione e/o della burocrazia che dir si voglia, specialmente quando essi si fregiano del titolo “tecnico”?  Chissà dove, chissà quando: forse in un universo dove esiste la dimensione dei grandi!

 

 

VARIAZIONE

 

Con questa voce ritorniamo al bilancio per scoprire  ulteriori novità.

 

Dalla Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana  n. 22 Parte Prima del 30 maggio 2014 sintetizziamo:

DECRETO 28 aprile 2014.  (2014.19.1212)017Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . . . . .    per   € 246.959,69

DECRETO 29 aprile 2014.(2014.19.1213)017   Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . . . . .     per   €     4.500,00

 

DECRETO 7 maggio 2014. (2014.19.1242)017   Variazioni al bilancio della Regione er l’esercizio finanziario 2014. . . . . . . .     per    €    9.948,20

 

DECRETO 7 maggio 2014. (2014.19.1241)017   Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . .    per    €  11.039,31

 

Dalla GURS n. 23 Parte Prima del 06 giugno 2014 sintetizziamo

DECRETO 7 maggio 2014. (2014.20.1263)017 Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . . .  per   €      36.793,00

DECRETO 8 maggio 2014. (2014.20.1289)017 Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio   finanziario 2014. . . . .  per   €   22.687.500,00 /  23.808.969,87

DECRETO 12 maggio 2014. (2014.20.1288)017 Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . .per  €     120.976,90

DECRETO 13 maggio 2014. (2014.20.1287)017 Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . per  €    130.000,00

 

 

E per finire con le citazioni, dal sito istituzionale dell’Assessorato dell’economia vi sottoponiamo i decreti riscontrati e “soggetti” a pubblicazione per estratto nella Cazzetta, precisando che parecchi sono già stati sottoposti alla vostra attenzione:

 

Decreto di variazione 1668   del 26.05.2014    €     17.164,35
Decreto di variazione 1653   del 23.05.2014    €      91.165,61
Decreto di variazione 1466   del  07.05.2014    €     28.183,92
Decreto di variazione 1358    del 28.04.2014    €     10.637,82
Decreto di variazione 1356    del 28.04.2014    €       4.064,56
Decreto di variazione 1312     del 22.04.2014   €        2.936,54
Decreto di variazione 1242     del 14.04.2014   €     16.453,28
Decreto di variazione 1135    del  07.04.2014   €        1.778,00
Decreto di variazione 1133     del 07.04.2014   €            500,00
Decreto di variazione 1130     del 07.04.2014   €         7.855,20
Decreto di variazione 1074     del 02.04.2014   €     868.930,88
Decreto di variazione 1019     del 31.03.2014  €  1.041.178,44
Decreto di variazione 725       del 13.03.2014   €        15.999,75
Decreto di variazione 704       del 11.03.2014   €      27.484,16
Decreto di variazione 255       del 21.02.2014   €        4.067,36
Decreto di variazione 141       del 18.02.2014   (si raccomandano lettura e …  pazienza)         €   31.393.581,40 o €   33.278.015,82 oppure vedete voi
Decreto di variazione 139      del  18.02.2014    €    16.735,16
Decreto di variazione 138      del  18.02.2014    €  100.161,32
Decreto di variazione 137      del  18.02.2014     €   16.479,45 

E l’anno non è ancora finito! Chissà alla fine a quanti miliardi ammonterà il totale delle variazioni  e dei mutui!

Sentieri irti e scivolosi quelli delle valutazioni e delle variazioni: arriveremo in alto o precipiteremo nel baratro?

Chissà!

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.