Variazioni di Bilancio “no-stop”. Cui prodest?

numeriDi Guido Di Stefano

 

Nel sommario della Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana – PARTE I n. 16 del 18 aprile 2014 abbiamo letto, tratto e numerato:

Assessorato dell’economia

1)     DECRETO 13 marzo 2014.

Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . . . . . . pag.  9

2)    DECRETO 17 marzo 2014.

Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . . . .  . pag. 11

3)    DECRETO 17 marzo 2014.

Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . .. . . . . pag. 11

4)    DECRETO 20 marzo 2014.

Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . . . . . .pag. 14

5)    DECRETO 21 marzo 2014.

Applicazione delle misure previste nel nuovo “Accordo per il credito 2013” anche alle operazioni finanziarie assistite dalle agevolazioni regionali individuate dai Dipartimenti regionali competenti ed inserite nei decreti 4 maggio 2010, 11 giugno 2010, 15 maggio 2012 e 28 settembre 2012 . . . . . . . . . . . . . . . . pag. 16

6)    DECRETO 21 marzo 2014.

Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . . . . .. pag. 16

7)   DECRETO 24 marzo 2014.

Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014. . . . . . .  . pag. 18

   Sinceramente non ci aspettavamo questa ulteriore “produzione” di decreti a cura dell’assessorato dell’Economia, per cui li abbiamo “scorsi” temendo ulteriori sorprese quantitative e qualitative; e la lettura dei sette decreti (numerati nell’esatto ordine di stampa) ha dato corpo e certezza ai nostri timori.

   Intanto vi  esponiamo, per ognuno di essi, i passaggi più significativi.

1)   Decreto 13 marzo 2014. Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014.

Assessorato regionale dell’economia

Rubrica 2 – Dipartimento regionale del bilancio e del tesoro

Titolo 1 – Spese correnti

Aggregato economico 5 – Oneri comuni relativi a spese di parte corrente

U.P.B. 4.2.1.5.1 – Fondi di riserva . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .                                           – 813.662,00

di cui al capitolo 215703 Fondo di riserva per la riassegnazione dei residui passivi di parte corrente, eliminati negli esercizi precedenti per perenzione amministrativa e per la utilizzazione delle economie di spesa derivanti con vincolo di specifica destinazione, ecc. . . . . . . . . . . .     – 813.662,00

Presidenza della Regione

Rubrica 2 – Segreteria generale

Titolo 1 – Spese correnti

Aggregato economico 3 – Spese per interventi di parte corrente

U.P.B. 1.2.1.3.3 – Interventi in favore di enti ed altri organismi  . . . . . . . .                          + 813.662,00

di cui al capitolo (Nuova istituzione) 105303 Contributi per la realizzazione di interventi mirati all’informazione dei consumatori ed utenti . . . . . . . . .                                                          + 813.662,00

L. n. 388/2000

Codici 04.01.01 -30.40.30 – V

 (2014.13.760)017

2)   Decreto 17 marzo 2014. Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014.

Assessorato regionale delle autonomie locali e della funzione pubblica

Rubrica 2 – Dipartimento regionale della funzione pubblica e del personale

Titolo 1 – Spese correnti

Aggregato economico 1 – Spese di funzionamento

U.P.B. 7.2.1.1.1 – Personale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .                           + 50.000,00

di cui al capitolo 116012 Spese per il personale a tempo determinato impiegato presso il dipartimento regionale della protezione civile al fine di assicurarne l’attività istituzionale (spese obbligatorie) . . . . . .                                                                                                                   + 50.000,00

U.P.B. 7.2.1.1.2 – Beni e servizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .  – 50.000,00

di cui al capitolo 108539 Spese per l’erogazione dei buoni pasto al personale in servizio presso la Presidenza e gli Assessorati della Regione, o per il pagamento dell’indennità sostitutiva di mensa . . . . . . . . . – 50.000,00

Articolo 14. Somme da ripartire . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .                                     – 50.000,00

 (2014.13.759)017

 

3)    DECRETO 17 marzo 2014.

Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014.

Assessorato regionale dell’economia

Rubrica 2 – Dipartimento regionale del bilancio e del tesoro

Titolo 2 – Spese in conto capitale

Aggregato economico 8 – Oneri comuni relativi a spese in conto capitale

U.P.B. 4.2.2.8.1 – Fondi di riserva  . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .                           – 50.800.000,00

di cui al capitolo 613905 Fondo di riserva per la riassegnazione dei residui passivi delle spese in conto capitale, eliminati negli esercizi precedenti per perenzione amministrativa, e per la utilizzazione delle economie di spesa e delle maggiori entrate accertate su capitoli in conto capitale concernenti assegnazioni vincolate dello Stato ed altri enti . . . . . . . . . . . . . . . . . .      – 50.800.000,00

Presidenza della Regione

Rubrica 4 – Dipartimento regionale della protezione civile

Titolo 2 – Spese in conto capitale

Aggregato economico 7 – Altre spese per interventi in conto capitale

U.P.B. 14.2.7.99 – Altri interventi in conto capitale . . . . . . . . . . . . . . .                           + 50.800.000,00

di cui al capitolo (Nuova istituzione) 516066 Somme da destinare al proseguimento delle iniziative di somma urgenza da porre in essere per consentire il ritorno alle condizioni di normalità a seguito delle eccezionali avversità atmosferiche verificatesi l’1 ottobre 2009 nel territorio della provincia di Messina . . . . . . . .                                                                                                                    + 50.800.000,00

Codici: 210109 050600 V

L. n. 289/2002 – Del. CIPE n. 166/2007 – D.L. n. 112/2008 – L. n. 133/28 – Del. CIPE n. 1/2009 – Del. CIPE

n. 66/2009 – Ord. min. n. 3815/2009 – Ord. min. n. 3865/2010 – Ord. min. n. 3961/2011 – OCDPC n. 11/2012

(2014.13.758)017

 

4)   DECRETO 20 marzo 2014. Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014.

Spesa

Assessorato regionale dell’economia

Rubrica 2 – Dipartimento regionale del bilancio e del tesoro

Titolo 1 – Spese correnti

Aggregato economico 5 – Oneri comuni relativi a spese di parte corrente

U.P.B. 4.2.1.5.1 – Fondi di riserva . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .  . . . . . .                            – 67.561,09

di cui al capitolo 215703 Fondo di riserva per la riassegnazione dei residui passivi di parte corrente, eliminati negli esercizi precedenti per perenzione amministrativa, e per la utilizzazione delle economie di spesa, ecc. . . . . . . . . . . . . . . .                                                                                  – 67.561,09

Assessorato regionale della salute

Rubrica 2 – Dipartimento regionale per la pianificazione strategica

Titolo 1 – Spese correnti

Aggregato economico 3 – Spese per interventi di parte corrente

U.P.B. 11.2.1.3.1 – Fondo sanitario regionale . . . . . . . . . . . .  . . . . . . . . . . .                           + 67.561,09

di cui al capitolo 415202 Restituzione somme indebitamente versate dalle aziende farmaceutiche a titolo di Pay Back ……………………………………………………….                                                           + 67.561,09

 (2014.13.815)017

 

5)   Decreto 21 marzo 2014. Applicazione delle misure previste nel nuovo “Accordo per il credito 2013” anche alle operazioni finanziarie assistite dalle agevolazioni regionali individuate dai Dipartimenti regionali competenti ed inserite nei decreti 4 maggio 2010, 11giugno 2010, 15 maggio 2012 e 28 settembre 2012.

L’ASSESSORE PER L’ECONOMIA

… omissis …

Decreta:

Art. 1

Per le motivazioni specificate in premessa, in esecuzione della deliberazione della Giunta regionale n. 67 del 7 marzo 2014, di approvare l’applicazione delle misure previste nel nuovo “Accordo per il credito 2013”, sottoscritto in data 1 luglio 2013 dall’ABI e dalle altre associazioni di rappresentanza delle imprese, anche alle operazioni finanziarie assistite dalle agevolazioni regionali individuate dai Dipartimenti regionali competenti ed inserite negli allegati A, A1, A2 e A3 che fanno parte integrante dei decreti assessoriali n. 48 del 4 maggio 2010, n. 77 dell’11 giugno 2010, n. 18 del 15 maggio 2012 e n. 34 del 28 settembre 2012, a condizione che la suddetta applicazione non comporti modifica all’articolazione amministrativa dell’Amministrazione regionale concedente l’intervento medesimo.

 (2014.13.805)083

 

6)   Decreto 21 marzo 2014. Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014.

Spesa

Assessorato regionale dell’economia

Rubrica 2 – Dipartimento regionale del bilancio e del tesoro

Titolo 2 – Spese in conto capitale

Aggregato economico 8 – Oneri comuni relativi a spese in conto capitale

U.P.B. 4.2.2.8.3 – Fondi di riserva . . . . . . . . . . . . . . . . .   .                                                   – 2.014.181,91

di cui al capitolo 613924 Fondo da utilizzarsi per i cofinanziamenti regionali               – 2.014.181,91

Assessorato regionale della salute

Rubrica 2 – Dipartimento regionale per la pianificazione strategica

Titolo 2 – Spese in conto capitale

Aggregato economico 6 – Spese per investimenti

U.P.B. 11.2.2.6.1 – Interventi infrastrutturali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .                            + 2.014.181,91

di cui al capitolo 812401 Contributi ai comuni di Catania e Palermo per la realizzazione di interventi per la riqualificazione dell’assistenza sanitaria – quota a carico della Regione . . . . .   + 2.014.181,91

 (2014.13.813)017

7)     Decreto 24 marzo 2014. Variazioni al bilancio della Regione per l’esercizio finanziario 2014.

Entrata

Assessorato regionale delle infrastrutture e della mobilità

Rubrica 2 – Dipartimento regionale delle infrastrutture, della mobilità e dei trasporti

Titolo 1 – Entrate correnti

Aggregato economico 5 – Trasferimenti correnti

U.P.B. 8.2.1.5.2 – Trasferimenti dello Stato e di altri enti di parte corrente . . . . . . . .                        –

di cui al capitolo (Nuova istituzione) 3676 Assegnazioni dello Stato per l’attività di vigilanza prevista dalla convenzione per l’esercizio dei servizi di collegamento marittimo con le isole minori siciliane rep. n. 55/2012 . . . . . . .                                                                                                                PM

CODICI: 01.11.04 – 104010 V

D.L. 21/06/2013, n. 69 art. 25 commi 9 e 10 – D.M. 13/09/2013, n. 336 – L. 27/12/2006, n. 296 art. 1 comma 998 – D.L. 25/09/2009, n. 135 art. 19 ter

SPESA

ASSESSORATO REGIONALE DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA MOBILITÀ

RUBRICA 2 – Dipartimento regionale delle infrastrutture, della mobilità e dei trasporti –     TITOLO 1 – Spese correnti  –  AGGREGATO ECONOMICO 1 – Spese di funzionamento

U.P.B. 8.2.1.1.2 – Beni e servizi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .                      –

di cui al capitolo (Nuova istituzione) 272530 Spese per l’attività di vigilanza prevista dalla convenzione per l’esercizio dei servizi di collegamento marittimo con le isole minori siciliane rep. n. 55/2012 . . . . . . . . . . . . . . . . .                                                                                                                      PM

CODICI: 01.02.04 – 302000 V

D.L. 21/06/2013, n. 69 art. 25 commi 9 e 10 – D.M. 13/09/2013, n. 336 – L. 27/12/2006, n. 296 art. 1, comma 998 – D.L. 25/09/2009, n. 135, art. 19 ter

 (2014.13.814)017

   Come in altri tre  analoghi atti precedenti nel decreto 24 marzo 2014, di cui al numero d’ordine 7), “campeggia” l’importo oggetto di variazione: un trattino (-), una sigla (PM) ed  inoltre la legislazione citata sono un ulteriore, trasparente e luminoso esempio di indeterminazione o forse addirittura costituiscono la pratica dimostrazione dell’esistenza di quell’immenso universo “probabilistico” dove il tutto coesiste con il nulla.

   Il decreto citato al numero d’ordine 5), pur non “trattando” in sé variazioni di bilancio , nella sua articolata complessità sembra presagire futuri gravami sulle nostre già ben caricate “some”: tanto in ogni caso a pagare il conto non si presenterà affatto l’ormai lontano “titolare” del documento.

    Il provvedimento presentato al numero 3) si attesta annuncia “con orgoglio”  € 50.800.000,00; più “modesti” (tanto per dire) il 6) con € 2.014.181,91, il numero 1) con €  813.662,00, il 4) con €  67.561,09 ed il 2) con “soli” €  50.000,00.

    Pensiamo che a questo punto con le sole somme  chiaramente e numericamente “segnalate” in variazione ci sembra  ovvio pensare che si è toccata (o superata) la soglia di 850 milioni di euro in variazione di bilancio mentre riteniamo lecito ipotizzare che le somme “criptate” nell’indeterminazione e/o nella complessità “cosmica” potrebbero superare di molto quelle in “chiaro”.

   Pensiamo, ipotizziamo, ci chiediamo:

1)   I parlamentari potranno liberamente ed effettivamente esercitare il proprio momento quando si discuteranno tutti i “passaggi” della finanziaria bis o comunque vorranno chiamarla?

2)      O forse avranno la “libertà” di accettare ed avallare quanto potrebbe già trovarsi in essere?

3)      Esistono altrove variazioni di bilancio poggiate sull’indeterminazione?

4)     Quanti si rendono conto che ove le risposte alle superiori tre domande contenessero un “sì”  per la seconda e/o un “no” per la terza non ci sarebbe (a nostro avviso) nessuna speranza per questa nostra martoriata terra (a meno di un deciso ed illuminato intervento superiore nel pieno rispetto dello Statuto speciale e della Costituzione).

Ed infine la domanda cruciale: “cui prodest”?

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.