Tempi (più che) reali e “irreali” in Sicilia

di Guido Di Stefano

    Nostre fonti sono (non necessariamente nell’ordine) la Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana (GURS) e il sito ufficiale del Dipartimento del bilancio e del tesoro – Ragioneria generale della Regione. Per la comparazione dei “tempi” ci avvarremo anche di decreti dirigenziali anche se non trattano variazioni di bilancio.

    Vi presentiamo intanto i decreti più “solerti” e “tempestivi”. Essi sono:

–         il D.D.S. n. 1926 del 07.09.2015 – che impegna a favore di Cassa Depositi e Prestiti S.p.A.,  per rata al 31.12.2015 del Prestito Investimenti 2001, la spesa di € 12.959.923,70;

–          il D.D.S. n. 1927 del 07.09.2015 con l’impegno di spesa a favore di Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. , per rata al 31.12.2015 del Prestito Investimenti 2002, di € 10.458.229,94;
–         il D.D.S. n. 1930 del 07.09.2015 con l’impegno di spesa a favore di Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. , per rata al 31.12.2015 del Prestito Investimenti 2003, di € 10.479.030,56;
–         il D.D.S. n. 1931 del 07.09.2015 – Impegno di spesa a favore del Ministero Economia e Finanze, per rata al 15.12.2015 del Prestito relativo al Piano di rientro del settore Sanità, pari a  € 127.848.927,91;

–         il D.D.S. n. 1932 del 07.09.2015 –  Impegno di spesa a favore di Deutsche Bank AG di Londra, per rata interessi all’11.12.2015 del Prestito obbligazionario denominato Pirandello Bond., pari  a  € 34.932.000,00

–         il D.D.S. n. 1933 del 07.09.2015 – Impegno di spesa a favore del Ministero Economia e Finanze,  per rata al 30.11.2015 del Prestito per anticipazione di liquidità ex art. 2 D.Lgs. 35/2013, pari a  € 10.855.500,10;

–         il  D.D.S. n. 1935 del 07.09.2015 – Impegno di spesa a favore di Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. per rata al 31.12.2015 del Prestito Investimenti EE.LL. anno 2014 –  € 4.850.546,01

–         il D.D.S. n. 1936 del 07.09.2015 –  Impegno di spesa di Euro 7.563.090,25 a favore di Nomura International plc per rata swap al 31.12.2015;

–         il D.D.S. n. 1937 del 07.09.2015 – Impegno di spesa di Euro 1.964.037,82 a favore di Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. per rata swap al 31.12.2015;

–         il D.D.S. n. 1938 del 07.09.2015 – Impegno di spesa di Euro 4.030.240,49 a favore di Bank of America Merrill Lynch per rata swap al 31.12.2015.

    Sinceramente tanta  solerzia e  tempestività dei sopra esposti decreti  ci fanno interrogare sui confini dei poteri finanziari e sulla sudditanza a essi degli ordinamenti democratici. Forse governi e amministrazioni hanno perso (o abdicato) tutte le loro prerogative  e funzioni sovrane?

   Di contro tempi più lunghi lasciano pensare (o constatare?)  la successiva serie di decreti. E cioè:

–         il D.D.S. 1971 del giorno 09/09/2015  – accertamento assegnazione dello stato per il rimborso delle rate di ammortamento dei nutui previsti per il ripiano della maggiore spesa sanitaria 1990 – capitolo 3418 . Recita  “… omissis … E’ accertata in entrata nel capitolo 3418 – Assegnazioni dello Stato per il rimborso delle rate di ammortamento dei mutui previsti per il ripiano della maggiore spesa sanitaria 1990 – Capo 11 – in conto competenza del Bilancio della Regione Siciliana per l’esercizio finanziario 2015 la somma di € 17.005.546,06 … omissis “

–         il  D.D.S. 1972 del giorno 09/09/2015  – riscossione assegnazioni fabbisogno indistinto dei livelli di assistenza FSN 2011 – capitolo 3415 – art. 1 – capo 11 euro 11.055.840,33 recita “ … omissis … La somma di € 11.055.840,33 accertata con Decreto del Dirigente responsabile del Servizio Sanitario n. 570 del 29/03/2012, per l’esercizio finanziario 2011, al Capo 11 – Capitolo 3415 – Assegnazioni fabbisogno indistinto dei livelli di assistenza – art. 1 del Bilancio della Regione Siciliana. è da intendersi riscossa e versata… omissis …”;

–         il D.D.S. 1973 del giorno 09/09/2015  – riscossione assegnazioni per quota premiale 2014 – capitolo 3415 – artt. 1 – capo 11 euro 111.308.000,00recita “… omissis … La somma di € 111.308.000,00 accertata con Decreto del Dirigente responsabile del Servizio Bilancio Fondo Sanitario n. 3963 del 29/12/2014, per l’esercizio finanziario 2014, nel capitolo 3415 – Assegnazione fabbisogno indistinto dei livelli di assistenza – art. 1 – Capo 11, del Bilancio della Regione Siciliana è da intendersi riscossa e versata… omissis …”.

Tempi tecnici o evitabili ritardi?

Forse più sintomatici sono i tempi evincibili sulla GURS, n. 37, Parte I di venerdì 11 settembre 2015.

    Edito a cura dell’Assessorato del turismo, dello sport e dello spettacolo troviamo il decreto 17 luglio 2015 avente per oggetto l’integrazione del decreto 2 aprile 2015, concernente calendario regionale delle manifestazioni di grande richiamo turistico – anno 2015 e in esso leggiamo: “… omissis …Decreta: Art. 1

Ai sensi dell’art. 39, comma 1, della legge regionale n. 2/2002, il calendario regionale delle manifestazioni di

grande richiamo turistico che hanno luogo nell’anno 2015 nel territorio regionale, adottato con D.A. n. 511/S6/Gab del 2 aprile 2015 e registrato dalla Corte dei conti il 4 giugno 2015, foglio 48 e costituito dagli elenchi A e B allegati al medesimo decreto, è integrato con l’inserimento all’elenco B della manifestazione turistica Festival Euromediterraneo 2015, organizzata dalla Fondazione FEM, che si svolgerà a Taormina, Siracusa e Catania dal 4 luglio al 25 settembre 2015. … omissis …”.

    Considerati i tempi di pubblicazione ci permettiamo di “pensare” che destinataria del decreto non è una banca!

    Esploriamo ora le variazioni di bilancio pubblicate (e sotto qualsiasi voce menzionate) in questa settimana lavorativa (7-11 settembre 2015) e constatiamone l’ammontare.

   Troviamo dei rimasugli del giorno 3 pubblicati il 7 e dei rimasugli del 4 pubblicati nei giorni 7 e 8 settembre; il loro totale (in variazioni) di oltre Euro 20.400.000,00:  tanto per dare un volto umano alla somma diciamo che può equivalere  al reddito annuale medio di 680 famiglie medie.

   Come produzioni e (contestuali) pubblicazioni del periodo 7-11 settembre totalizziamo in variante oltre Euro 9.800.000,00 cui va aggiunto quanto previsto nel  D.R.G. 1957 del giorno 09/09/2015 – riproduzione di economie capitolo 672452 – SDip. Infrastrutture – somme spendibili nel triennio 2016/2018 Fondo pluriennale vincolato di parte capitale + €  45.000.000,00 …   di cui nel rinviati al 2016  € 23.845.077,75 e al  2017    € 21.154.922,25.

   Tra impegni , variazioni e quant’altro è stata una settimana ricca di “emozioni” anche se le “velocità” di “interpretazioni” sembrano umili con la (potente) finanza e potenti con gli umili.

    Sinceramente ci sentiamo sempre più offesi e umiliati in questa nostra terra dove la positività e il lavoro sono ritualmente “negletti” e snobbati dalle pubbliche proclamazione e dalla grande stampa. Degli esempi?

   Tanti bei progetti trans-nazionali e trans-frontalieri il cui la Sicilia è stata ed è capofila,  orgogliosamente e degnamente rappresentata dai suoi “dipendenti”, tanto massificati ed esecrati dalle imperanti correnti di pensiero, quali: progetto SEDEMED (acronimo da titolazione francese) – siccità e desertificazione nel bacino del Mediterraneo – capofila SICILIA – partecipazione dall’Africa all’Europa; progetto SIMIT (italo-maltese o meglio siculo-maltese) che ha visto la collaborazione tra Sicilia e Malta, con esercitazioni  congiunte  a Gozo (da poco conclusa) e a Lampedusa (di prossima attuazione).

   Così tanto per dire: c’è gente che si impegna e lavora, senza proclami, senza fanfare, senza medaglie! Nel giusto modo, cioè!

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.