Pace e speranza fuggono dalla Sicilia

crocetta_e_bianchiDi Guido Di Stefano

 

   Sarebbe stata  una settimana destinata a scorrere e chiudersi con tranquillità questa contrassegnata con le giornate lavorative 5-7-8-9 gennaio 2015, se fatti ben più gravi non si fossero violentemente sovrapposti.

   Alla Regione nessuna inquietudine usciva dal palazzo dell’Assessorato dell’Economia: pochi decreti riconducibili all’ordinaria amministrazione e cioè il D.D.G. 80393 del 07.01.2015 ed i quattro D.R.G.  nn. 1-2-3-4 del 08.01.2015. Riportiamo lo stralcio del DDG n.  80393 e del DRG  n. 1; gli altri tre (non estrapolati) trattano dei semplici conferimenti di incarichi:

Pubblicato il 7/1/2015 ore 18.05 – D.D.G. n° 80393 del 07/01/2015 – Cap 613905 (Dimensione documento: 525875 bytes)   (riduzione spese decreto DD 80099 del 23.04.2014 dal € 1.130.920,04 a € 1.105.852,94 e annullamento DD.DD.GG. 8150 del 14.05.2014 e 80200 del 30.06.2014)

Pubblicato il 8/1/2015 ore 11.03 – DRG n. 1 del 8/1/2015 – Revoca in autotutela del bando di gara per affidamento servizio di pulizia dei locali Ass.to Economia (Dimensione documento: 816667 bytes)  (carenze ai sensi dell’art. 2 legge 15/2008   nel bando di gara prot. n. 62995 del 18.11.2014 presente  in GURS il 21.11.2014 n. 47)

    Poteva essere tutto tranquillo!  Ma  noi siamo al centro di quel folle caos mondiale, che poi tanto “caotico” non sembra e che tante vite (per lo più) innocenti  sta mietendo: tutto ci colpisce, perché oltre che al centro siamo in prima fila! Strano ,vero? La nostra posizione geografica determina oneri (tanti) ed onori (minimi):  è  per noi croce e delizia  e ci pone  contestualmente (come scritto) al centro ed alla frontiera.

    Il sangue di Francia ci ha turbato ed allarmato, assieme a quello dei Nigeriani (un fiume)  e delle altre vittime d’Africa, d’Oriente, del mondo.

    Leggendo le prime reazioni a caldo ci chiediamo: “cui prodest”?  “chi sono i veri mandanti”?  “non saranno da cercare ad occidente”?  ”non ci sarà un disegno di restaurazione e qualche invisibile cerca, con tirannica crudeltà,  il consenso facendo leva sulle paure”?

     Paure che si aggiungono alle paure!

    Certamente non avevamo bisogno di altre emozioni. O forse sì?

I fatti restano ed oggi venerdì apprendiamo che il Presidente della Regione siciliana ha  reso noto   di avere denunciato un  grande scandalo, il più grande finora.  Ricordiamo che  i soldini  partono dal bilancio e sue ripartizioni (dall’origine o a seguito di decreti di variazione) e da qui sono “movimentati “ con i decreti di spesa. I decreti sempre recano la firma di qualcuno che gode della fiducia “superiore”.

     Aspetteremo pertanto gli esiti degli accertamenti giudiziari.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.