Domani al “Cervantes” di Palermo la Giornata del Cinema Spagnolo

In occasione della Giornata del Cinema Spagnolo, l’Instituto Cervantes di Palermo (via Argenteria, 33) riapre la sala cinematografica della chiesa di Santa Eulalia dei Catalani (via Argenteria, 19) che ospiterà, con pubblico in presenza, domani, mercoledì 6 ottobre, alle ore 18.00, la proiezione di “El viaje a ninguna parte”, un eccellente film diretto e scritto da Fernando Fernán-Gómez, regista e attore di riferimento della cinematografia spagnola. Ingresso libero.

La pellicola racconta la storia di una compagnia teatrale in tour nella provincia, in un momento in cui il cinema comincia a occupare il tempo libero degli spagnoli, sia di campagna che di città, che vuole essere un sentito omaggio al mondo degli attori itineranti da tempo immemorabile.

Sinossi

Un ex comico già in pensione in una residenza, Carlos Galván, ricorda con uno psicologo i vecchi tempi da attore in una piccola compagnia teatrale, l’Iniesta-Galván, sotto la direzione del padre, Don Arturo Galván. 

Non era una compagnia importante, ma un modesto gruppo familiare che negli anni del dopoguerra girava per le piccole città e paesi della Castiglia, con un semplice repertorio di commedie, esibendosi in qualsiasi palcoscenico improvvisato.

Fernando Fernández Gómez (Lima, Perù, 28 agosto 1921 – Madrid, 21 novembre 2007) scrittore spagnolo, attore e regista teatrale e cinematografico. È stato membro dell’Accademia Reale di Spagna dal 2000 fino alla sua morte.

Nella sua filmografia ha lavorato al fianco dei più importanti registi del cinema spagnolo: Edgar Neville, Carlos Saura, Mario Camús, Víctor Erice, Ricardo Franco, Manuel Gutiérrez Aragón, Jaime de Armiñán, Gonzalo Suárez, Juan Antonio Bardem e Luis García Berlanga. Tutte queste interpretazioni gli hanno fatto aumentare il suo prestigio, ottenendo l’Orso d’argento al Festival di Berlino come miglior attore per la sua interpretazione in L’anacoreta e Stico.

La sua lunga carriera professionale è segnata da prestigiosi riconoscimenti, come il National Theatre Award nel 1985, il National Film Award nel 1989 o il Prince of Asturias Award for the Arts nel 1995. 

Nel 2000 ha ricevuto l’Orso d’Onore al Festival Internazionale di Cinema di Berlino in tutta la sua traiettoria e, nel 2001, la Medaglia d’Oro dell’Accademia delle Arti e delle Scienze Cinematografiche di Spagna.

È morto il 21 novembre 2007 a Madrid all’età di 86 anni, ricevendo, postuma, la Gran Croce dell’Ordine Civile di Alfonso X il Saggio, concessa dal Governo di Spagna.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.