Protestano i ristoratori: alta tensione a Montecitorio

Ristoratori e commercianti stanno protestando a Roma in piazza Montecitorio. In più momenti è stato forzato il cordone di polizia, ma le forze dell’ordine hanno respinto i manifestanti. Lancio di qualche fumogeno e qualche bottiglia. Un poliziotto è rimasto ferito alla testa.

La tensione non diminuisce davanti a Montecitorio durante la manifestazione di diverse categorie di esercenti, dai ristoratori ai proprietari di palestre, che chiedono la riapertura delle attività. I manifestanti continuano ad affollare lo slargo davanti alla Camera e pressano le transenne che circondano Montecitorio. “Buffoni, vergogna, libertà”, i cori che risuonano in piazza dove ci sono diverse bandiere tra cui quella del movimento Italexit fondato dal senatore Gianluigi Paragone.

Tra i manifestanti uno indossa un copricapo con le corna simile a quello visto durante l’assalto a Capitol Hill. La tensione in piazza si è accesa poco dopo l’intervento del deputato Vittorio Sgarbi. Prima il lancio di fumogeni e poi quello di bottigliette di plastica, infine i manifestanti hanno tentato di sfondare il cordone della polizia ribaltando le transenne che circondano la piazza. Sono seguiti tafferugli ed alcune persone sono state fermate dalle forze dell’ordine.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.