Deciso lo stato di liquidazione per Air Italy

Come annunciato ieri si avvera lo scenario peggiore per la compagnia aerea Air Italy

Gli azionisti di Air Italy, Alisarda e Qatar Airways attraverso AQA Holding, a causa delle persistenti e strutturali condizioni di difficoltà del mercato, hanno deciso all’unanimità di mettere la società Air Italy in liquidazione in bonis. Lo comunica la compagnia in una nota.

In questa fase Air Italy lavorerà per ridurre al minimo il disagio per i passeggeri: i voli sino al 25 febbraio saranno operati agli orari e nei giorni previsti da altri vettori, mentre i passeggeri che hanno prenotato voli in partenza in date successive al 25 febbraio saranno riprotetti o rimborsati integralmente.

Qatar Airways, sottolinea in una nota la compagnia del Golfo che in Air Italy detiene il 49%, “era pronta, ancora una volta, a fare la propria parte nel sostenere il rilancio e la crescita della compagnia aerea, ma ciò sarebbe stato possibile esclusivamente solo con l’impegno di tutti gli azionisti”.

A seguito della comunicazione informale da parte dei sindacati era intervenuta la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, sottolineando che “non è accettabile la decisione di liquidare un’azienda di tali dimensioni senza informare prima il Governo e senza valutare seriamente eventuali alternative”. “Pertanto – aveva scritto De Micheli in una nota – mi aspetto che Air Italy sospenda la deliberazione fino all’incontro che possiamo già calendarizzare a partire dalle prossime ore”.

Air Italy conferma che i voli passeggeri saranno garantiti sino al 25 febbraio negli stessi orari stabiliti. Successivamente i passeggeri saranno riprotetti o rimborsati. E’ quanto specifica una nota ulteriore della società che inoltre, si legge ancora, “continuerà a garantire i servizi contrattualizzati con il ministero della Difesa e gli oneri di servizio pubblico, per tutta la durata degli impegni assunti”. Alisarda e Qatar Airways, soci rispettivamente al 51% e 49% della controllante di Air Italy, AQA Holding, conclude la nota, “si sono impegnati a garantire il pagamento di tutti i creditori, inclusi i fornitori di servizi aeroportuali”.

L’assemblea degli Azionisti di Air Italy (Alisarda per il 51%, Qatar Airways per il 49%, tramite AQA Holding) a fronte delle ripetute perdite e delle persistenti condizioni negative di mercato e di settore, ha deciso di mettere Air Italy in liquidazione in bonis (liquidazione volontaria). E’ quanto si legge in una nota di Alisarda. Dato il contesto difficile, la compagnia, riferisce, ha visto un progressivo peggioramento dei risultati, dopo la partnership e il rebranding di Meridiana in Air Italy. Nel 2017 (ultimo anno di Meridiana Fly), le perdite si attestavano a circa 40 milioni di euro a fronte di un fatturato superiore ai 350 milioni, mentre nel 2018, primo anno della partnership, le perdite ammontavano a quasi 160 milioni, vale a dire il 57% del fatturato; nel 2019, nonostante l’aumento del fatturato, che è atteso attorno ai 330 milioni di euro, le perdite previste dovrebbero toccare i 230 milioni di euro, cioè il 70% del fatturato. A seguito della presentazione del budget per il 2020 da parte del management, gli azionisti hanno richiesto un’analisi approfondita da parte di esperti indipendenti, che ha evidenziato la mancanza di concrete prospettive di qualsiasi miglioramento per il futuro. Di conseguenza, è stato deciso da entrambi gli azionisti, a causa di una mancanza di alternative, di procedere con la liquidazione volontaria della compagnia, per proteggere al meglio gli stakeholder, aggiunge Alisarda.

Enrico Laghi e Franco Lagro hanno intanto accettato l’incarico di liquidatori e assunto pieni poteri con efficacia immediata. I liquidatori definiranno in tempi brevi il piano di liquidazione. Enrico Laghi torna dunque a rivestire il ruolo di Commissario, ad appena due mesi dopo aver lasciato l’incarico in Alitalia con l’arrivo del commissario unico Giuseppe Leogrande. In Alitalia era stato nominato il 2 maggio del 2017 insieme a Luigi Gubitosi e Stefano Paleari. Dieci mesi fa Laghi aver lasciato l’incarico ricoperto in Ilva A.S insieme a Corrado Carrubba e Piero Gnudi. Per Franco Lagro, invece, un passato da revisore di Price Waterhouse Coopers, al quale si rivolse l’appena nominato Commissario Straordinario per Parmalat, Enrico Bondi, per stilare un resort sull’ammontare dei crediti e dei debiti del gruppo di Collecchio.

SINDACATI: “GOVERNO TROVI SOLUZIONE” – “La politica, finora irresponsabilmente assente, deve intervenire con i soci per fermare questo gravissimo atto”. E’ quanto sostengono unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl e Uiltrasporti sulla messa in liquidazione di Air Italy spiegando che “più volte abbiamo scritto e sollecitato i ministeri competenti e i presidenti di Lombardia e Sardegna, rimanendo inascoltati. Ora il Governo trovi una soluzione immediata per i lavoratori di Air Italy. “Alla luce di questa gravissima situazione – sottolineano- diventa ancora più necessaria la nostra mobilitazione del prossimo 25 febbraio di tutto il settore, a cui seguiranno altre iniziative se non avremo risposte certe e veloci su Air Italy e sulle crisi delle aziende del settore, che comprende anche quella di Alitalia e di Ernest Airlines”. I sindacati chiedono “di avviare una sede di confronto permanente sulle crisi del settore del trasporto aereo”. Così come il nostro grido di allarme su Air Italy oggi si è dimostrato purtroppo fondato, aggiungono, “che la politica si scrolli dalla indifferenza che l’ha contraddistinta finora, perché tutto il settore del trasporto aereo è a rischio collasso!.

MIT CONVOCA COMMISSARI – Sulla vicenda della liquidazione della Compagnia aerea Air Italy, la ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha convocato per martedì 12 febbraio 2020, alle ore 9.30 presso gli uffici di Porta Pia i Commissari liquidatori della Società Enrico Laghi e Franco Maurizio Lagro. All’incontro saranno presenti anche la Sottosegretaria allo Sviluppo Economico, Alessandra Todde, e il Presidente di Enac, Nicola Zaccheo. (Adnkronos)

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.