Sgarbi “xibetano”: domani in municipio la cerimonia ufficiale di benvenuto

di Giuseppe Stefano Proiti

Calascibetta, piccola realtà dell’entroterra siciliano, si è arricchita di un nuovo cittadino: Vittorio Sgarbi, che ha deciso di fissarvi la propria residenza. Domani 13 giugno, alle 11:30 l’illustre critico d’arte riceverà il benvenuto ufficiale delle autorità civili, religiose e della cittadinanza. L’ex assessore comunale Gabriella Capizzi – referente di Sgarbi – spiega che il professore vuole mettere a servizio la propria notorietà per dare risalto al piccolo centro, come ha fatto con successo alcuni mesi fa a San Severino Marche, dove era residente. La “rocca” di Calascibetta ha un patrimonio architettonico, archeologico, naturalistico, che merita di essere vitalizzato. Avrebbe potuto scegliere una grande città della Sicilia, dall’immagine e dall’impatto mediatico più eclatanti, ma Sgarbi, seguendo lo spirito più autentico dell’arte, secondo cui, “la bellezza ama nascondersi”, ha prediletto la piccola cittadina xibetana come simbolo di tutti quei paesini italiani, magari un po’ più “nascosti”, però ugualmente ricchi di storia, tradizione, arte, paesaggi naturalistici, che devono iniziare a promuovere le loro bellezze per il benessere spirituale ed economico delle comunità.
Lo straordinario e unico patrimonio culturale dell’Italia è un bene prezioso che ciascuno ha il dovere morale di tutelare. Il nostro passato è l’eredità più preziosa che possiamo trasmettere ai nostri figli, per evitare che le nuove generazioni crescano senza quelle radici che hanno fatto dell’Italia il paese più bello in grado di volare nel mondo!

Scatto realizzato dalla fotoreporter Marta Cannizzo

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.