Palermo. Vigilessa investita da pirata, in coma

È in coma farmacologico presso il reparto di seconda rianimazione dell’ospedale Civico di Palermo la vigilessa investita nella notte fra sabato e domenica in circonvallazione a Palermo, nei pressi del ponte Bonagia. La donna, intorno alle 3.30 con l’auto di servizio stava posizionando un apparecchiatura autovelox quando è stata investita da un’auto in corsa il cui automobilista è poi fuggito senza fermarsi e prestare soccorso.
Subito soccorsa dal collega che ha allertato la centrale operativa e il 118 è stata trasportata in condizioni gravi al Pronto Soccorso, da qui trasferita appunta in rianimazione.
Carolina Enea, questo il nome dell’agente ferita ha riportato una contusione polmonare. Dall’esame Tac le sue condizioni lascerebbero comunque buone speranze anche se è stato indotto un coma farmacologico. La prognosi rimane comunque riservata. Nel pomeriggio di ieri si sono recati in visita il sindaco Leoluca Orlando e il comandante della Polizia Municipale Vincenzo Messina.
L’esatta dinamica è stata poi ricostruita dagli agenti della Sezione infortunistica. Durante il posizionamento dell’autovelox i due agenti hanno notato due giovani a bordo di uno scooter che hanno investito deliberatamente il cavalletto di sostegno. Gli agenti sono intervenuti sospettando si trattasse di un veicolo rubato, è stato in questo frangente, che, avvicinandosi alla parte centrale della corsia l’agente è stata investita da un’auto che sopraggiungeva a forte velocità e che, come detto, non si è poi fermata dopo l’incidente. Si cerca ora di individuare il conducente.

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.