A Ganci, non lascia la Sicilia e apre una bottega di prodotti tipici locali

Antonella, 23 anni, un diploma di ragioniere in tasca e un bivio: lasciare la terra che gli ha dato i natali, Gangi, o continuare e provarci. Lei non ha avuto dubbi, ed ha fatto una scelta coraggiosa, in controtendenza rispetto a molti coetanei che hanno deciso di emigrare al nord in cerca di lavoro. Antonella ha deciso di rimanere e provare a realizzare il proprio sogno: quello di crearsi un futuro dove è nata, in un paesino nel cuore delle Madonie.

Così, sotto la guida del padre, ha deciso di aprire una bottega di prodotti tipici locali e siciliani “I Sapori antichi del Borgo” ora la sua attività a pochi mesi dall’avvio ha ottenuto un importante riconoscimento è entrata a far del registro delle Eccellenze Italiane.

Al suo fianco papà Salvatore, 48 anni, con una passione: scolpire e trasformare i formaggi( produzioni locali) in sculture, vere e proprie opere d’arte. Nelle sue mani la provola delle Madonie, presidio slow food, plasmata si trasforma in un monumento di Gangi come la torre Campanaria dei Ventimiglia o ancora il Castello o la Cupola della chiesa Madre.

Un concept promozionale che coniuga prelibatezze gastronomiche, di un territorio di grande valore agroalimentare, con tesori dell’architettura medievale, contenuti e contenitori, in un unico affascinante format che valorizza, insieme produzioni e territorio.

Tra atmosfera familiare, gentilezza e professionalità nella piccola bottega di via Repubblica 8, Antonella e Salvatore riescono a presentare l’autenticità del territorio tra vini, formaggi e salumi che raccontano tradizioni storiche, del territorio madonita, in maniera semplice e naturale.

Nella foto,Antonella e Salvatore Ferraro

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.