Conclusa con successo la Cronoscalata Giarre Montesalice Milo

Tanto entusiasmo ed una ritrovata voglia di rilancio per una delle manifestazioni sportive più amate in Sicilia. Con questo spirito si è conclusa la 23ª edizione della storica Cronoscalata Giarre Montesalice Milo – Memorial Isidoro Di Grazia, organizzata dall’Automobile Club Acireale, in sinergia con l’A.s.d. Scuderia Giarre Corse e con il patrocinio dei Comuni di Giarre, Milo e Santa Venerina. Un’edizione di successo che ha visto la partecipazione di ben 203 concorrenti e che è stata seguita da migliaia di appassionati grazie alla diretta televisiva, trasmessa per la prima volta su scala regionale su Etna Channel, con la sinergia con Giesse produzioni. In tantissimi hanno seguito la gara anche dal resto d’Italia e dall’estero, attraverso il canale Youtube di Naxos Proracing. “Sono soddisfattissimo sia per la mia prestazione perché onestamente arrivare tra i primi tre con 200 concorrenti non è mai facile – commenta Orazio Maccarrone, presidente di Giarre Corse e co-organizzatore della manifestazione – Ahimè, alcuni colleghi hanno avuto qualche problema ma nelle gare può succedere. La gara si è svolta nel migliore dei modi. La novità più bella è stata la diretta televisiva. Molte persone ci hanno chiamato per congratularsi con noi. La riproporremo nei prossimi anni, anche nell’ottica di una migliore gestione dell’ordine pubblico. Ringrazio le forze dell’ordine che sono state eccezionali. Allo stesso modo anche la direzione gara, l’organizzatore, l’Automobile Club di Acireale, la mia scuderia e tutta la manovalanza. E poi voglio ricordare il Memorial Isidoro Di Grazia perché – conclude Maccarrone – senza il Cavaliere Di Grazia oggi non ci sarebbe la Cronoscalata Giarre Montesalice Milo”. 

La competizione, valevole per il Trofeo Italiano Velocità Montagna Sud, per il Campionato siciliano, per il Trofeo di Zona Salita Auto Storiche – TASZ 2022 e per il Campionato Civm bicilindriche, si è svolta senza intoppi. Per il Campionato Italiano Bicilindriche confermata la classifica, rimasta congelata in attesa dell’esito di un ricorso, che vede al primo posto Ivan Lizzio, al secondo Angelo Mercuri e al terzo Alfio Barbagallo. “La 23ª edizione della Cronoscalata Giarre Montesalice Milo si è conclusa e posso affermare, senza timore di essere smentito, che ormai è tra le grandi Cronoscalate del Trofeo italiano velocità montagna – dichiara Giuseppe Trovato, vicepresidente dell’Automobile Club di Acireale – I 203 concorrenti che hanno preso il via rendono la competizione tra le prime gare in salita d’Italia. Tutto ciò succede per la preparazione e onestà intellettuale e sportiva di tutto il gruppo di ufficiali di gara, che sono stati magistralmente diretti da Lucio Bonasera, il direttore di gara. Un ringraziamento va pure al direttore di gara aggiunto, Manlio Mancuso, esordiente nella nostra competizione, e al pirotecnico Oronzo Pezzolla, che ha conferito un livello di sicurezza al tracciato degno di una pista. Ha contribuito in modo determinante anche il delegato regionale Daniele Settimo, che ci ha riconosciuto il coefficiente 1,5 addizionale punteggi di trofeo, favorendo l’assegnazione dei titoli di Campione italiano bicilindriche e Trofeo italiano per la gara delle vetture storiche. Al successo di questa edizione ha contribuito – prosegue – la gentile e fattiva collaborazione del comandante dei carabinieri della Compagnia di Giarre, capitano Fabrizio Rosati. I suoi carabinieri, diretti sul campo dal tenente Luca Basile, hanno svolto un prezioso lavoro. Che dire del nostro gruppo di uomini e donne appartenenti all’Aci di Acireale e alla Giarre Corse, eccezionali nelle competenze e nello spirito di impegno e sacrificio. Non faccio nomi per non fare torto a nessuno. Grazie alle amministrazioni dei Comuni di Giarre, Milo e Santa Venerina, nelle persone dei sindaci Leo Cantarella, Alfio Cosentino e Salvo Greco. È grazie anche al loro lavoro che il comprensorio ionico etneo ha vissuto questo fine settimana di grande motorismo. È finalmente chiaro a tutti che solo con una genuina sinergia e comunione di intenti si raggiungono grandi risultati e che alla fine i beneficiari sono i territori e i suoi abitanti. Noi come piccolo Aci abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. Siamo stati realmente e siamo un club competente e fattivo che punta a rilanciare il territorio con eventi motoristici di elevato valore. Do appuntamento – conclude Giuseppe Trovato – a tutti gli sportivi alla 24ª edizione”.  

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.