46 enne uccisa a Bronte, oggi dovevano divorziare

Una donna di 46 anni originaria di Noto e residente a Bronte, Ada Rotini, è stata uccisa dall’ex marito, Filippo Asero di 47 anni, con diverse coltellate con le quali l’ha orribilmente sgozzata. Il terribile delitto è accaduto stamane a Bronte in via Boscia. Proprio oggi si sarebbe svolta la ratifica del divorzio tra i due. L’uomo ha poi tentato di uccidersi con lo stesso coltello ferendosi all’addome ed è stato ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Cannizzaro di Catania dove è stato trasportato in elisoccorso.

L’assassino è già noto alle forze dell’ordine, infatti sarebbe affiliato a una cosca mafiosa ed è stato ritenuto il killer di Sergio Gardani, ucciso a Bronte il 7 dicembre 2001 per contrasti nel mondo dello spaccio di stupefacenti. Va precisato comunque che dopo la condanna all’ergastolo in primo grado era stato successivamente assolto per non aver commesso il fatto.

Ada Rotini, la povera vittima di oggi, lavorava come badante e lascia due figli.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.