Crisi agricola siciliana: suicida un agricoltore di Vittoria

di Luigi Asero

 

Non abbiamo neanche fatto in tempo a pubblicare il resoconto dell’importante incontro sulla crisi agricola siciliana che si è tenuto a Vittoria appena l’altro ieri, e di cui ha fatto un puntuale resoconto la nostra collaboratrice Tania Dipietro, che in redazione giunge la notizia che proprio a Vittoria un agricoltore 31 enne, Giovanni Viola, proprio a causa della crisi si è suicidato.

Giovanni Viola, sposato, padre di un bimbo, fan di Vasco Rossi, ma anche agricoltore in Sicilia, assillato dai debiti contratti in un settore che non sta lasciando respiro ai poveri lavoratori ha scelto di impiccarsi proprio all’interno della sua azienda agricola a Scoglitti, frazione di Vittoria.

Il movente del tragico gesto lo raccontano gli amici, i colleghi. Non sapeva come far fronte agli impegni assunti e che non aveva potuto onorare proprio a causa della crisi agricola. Le banche gli avevano chiuso le porte e non vedeva via d’uscita.

Potremmo scrivere decine di pagine in merito, farne non un editoriale ma un libro.

Ma no.

No perché di fronte alle morti annunciate non c’è altro da scrivere. Solo da riflettere. Noi della stampa, voi lettori e soprattutto quanti si occupano di economia e di gestione della cosa pubblica (vedere alla voce “classe politica”).

Qualcuno ha osato dire che “anche la GDO (Grande Distribuzione Organizzata) ha problemi” e a dirlo è stato un rappresentante del popolo eletto per farne gli interessi. A voi politici diciamo semplicemente: abbiate una coscienza perché un popolo a cui si rompono i freni si rischia di non fermarlo più.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.