Migranti: 29 morti nel Canale di Sicilia

MigrantiDi Luigi Asero

L’ennesima richiesta di soccorso è partita nella tarda serata di ieri, dalle acque libiche. Subito sono stati inviati due mercantili e le motovedette della Guardia Costiera hanno lasciato le acque di Lampedusa per recarsi, prima possibile, a prestare soccorso. 

Ma è troppo forte il freddo e il vento gelido dà veri schiaffi micidiali. Così poche ore fa annunciavano il rientro con sette morti e quasi 20 migranti in gravi condizioni per assideramento. Con condizioni meteo proibitive, mare forza 8 e onde alte anche 9 metri. Un rientro difficilissimo. Durante il rientro hanno prestato soccorso ad altri due gommoni che erano alla deriva.

Il bilancio ora parla di 29 morti, una decina di dispersi (in base alle testimonianze dei superstiti), diversi altre persone in gravi condizioni per ipotermia.

L’operazione Triton prosegue, è solo un gelido febbraio. E in primavera? Chi vivrà, (chi?), vedrà.

Potrebbero interessarti