Gela: romeno minaccia di gettare dal balcone il figlioletto di 2 anni

poliziaLa Polizia evita una tragedia a Gela. Un romeno disoccupato 50 enne residente a Gela, dopo un’accesa lite con la moglie, ha minacciato di buttare il piccolo di appena due anni dal balcone. L’intervento tempestivo di una Pantera della Polizia ha evitato il peggio. L’uomo all’arrivo degli agenti (chiamati dalla donna disperata) si è barricato in casa ed è stata avviata una lunga e certo non facile trattativa. Alla fine comunque ha prevalso il buonsenso e l’uomo, in evidente stato di ubriachezza, è stato arrestato con l’accusa di maltrattamenti in famiglia.

Difficile il contesto, l’abitazione priva di servizio elettrico e in condizioni igienico-sanitarie precarie. La donna ha inoltre denunciato il persistere di violenze, minacce, maltrattamenti di vario genere.

La donna, finalmente liberata dagli agenti ha riferito di essere stata colpita più volte in passato dalla violenza dell’uomo che ha usato contro di lei una caffettiera (colpendola alla testa), ma che le avrebbe anche puntato un coltello alla gola e -in un’occasione- avrebbe tentato di colpirla anche con una chiave da officina.

Luigi Asero

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.