Decreto del Fare approvato. Da fare però c'è molto altro

On. Marina Sereni (Pd)
On. Marina Sereni (Pd)

Con 427 sì e 167 no il “decreto del fare” incassa la fiducia della Camera dei Deputati. Hanno votato contro: SEL, M5S, Lega Nord e Fratelli d’Italia. Le dichiarazioni di voto quasi non meritano nota. Provocatorie ma sterili. E anche qui c’è molto da fare.

Secondo il M5S aumentano nuovamente le accise sulla benzina cosa che, naturalmente, incide sulle tasche di tutti i cittadini, soprattutto quelli che vivono già condizioni particolarmente disagiate.  La vice presidente della Camera Marina Sereni (Pd) riflette e ammonisce quindi i grillini che con l’atteggiamento intrapreso di mero ostruzionismo (oltre 200 ordini del giorno presentati) mettono a rischio le leggi riguardanti l’omofobia e la riforma sul finanziamento pubblico dei partiti.

Un botta e risposta ricattatorio insomma con il quale non si sceglie sulla base del “bene comune”, quanto del “baratto” a fini personali e propagandistici.
Da fare quindi c’è abbastanza. E nulla di ciò pare già compreso nel decreto approvato.

Luigi Asero

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.