Mesagne (Br). Imprenditore dato alle fiamme e ucciso

ospedale-a-perrino-di-brindisiAtroce morte di un imprenditore agricolo nel brindisino. Damiano De Fazio, 51 anni, era stato ritrovato in fiamme durante la notte fra il 26 e il 27 dicembre da una guardia giurata nelle campagne di Mesagne. Prontamente soccorso è stato ricoverato presso l’ospedale Perrino di Brindisi, dove però, in mattinata, è spirato a causa delle gravissime ustioni che avevano colpito il 95% del corpo.

Il pm, dr. Luca Buccheri, ha disposto l’esame autoptico. Le indagini, condotte dalla Squadra Mobile di Brindisi, tendono ora a decifrare quanto accaduto. Sembra che il piccolo imprenditore non sia stato coinvolto in una colluttazione, né il corpo presentava altre ferite. Tre persone, che secondo le pochissime parole espresse dall’uomo in Pronto Soccorso prima di perdere conoscenza, sarebbero di Carovigno, lo avrebbero sequestrato, portato in quella campagna in contrada Epifani e subito dopo dato alle fiamme dopo aver cosparso il corpo di liquido infiammabile.

Già ieri la Squadra Mobile ha ascoltato diverse persone. L’uomo a causa di un guasto alla sua auto, era uscito nel tardo pomeriggio di mercoledì 26 allontanandosi a bordo dell’auto di una donna che gli aveva offerto un passaggio.

Luigi Asero

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.