Tre dipendenti Enel morti sul lavoro

Erano tre dipendenti di Enel Green Power, rientravano da Roma. Sono morti ieri sera, sprofondando con la loro auto di servizio durante l’alluvione che ha messo in ginocchio parte della Toscana.

I loro nomi: Paolo Bardelloni, 59 anni, di Grosseto; Antonella Vanni, 48 anni, di Larderello e Maurizio Stella, 47 anni di Follonica. Soltanto nella tarda mattinata è stato possibile recuperarne i corpi.

Il cordoglio del Presidente Giorgio Napolitano che sta seguendo l’evolversi degli eventi. Napolitano ha espresso in merito: “solidarietà alle Comunità coinvolte, la sua commossa partecipazione al dolore delle famiglie delle vittime, e al tempo stesso il vivo apprezzamento a quanti sui territori colpiti sono impegnati nella gestione dell’emergenza e nelle operazioni di soccorso“.

Nel frattempo sono state contattate le famiglie e sarebbero già sul posto per i riconoscimenti. Le tre vittime avevano seguito un corso di aggiornamento e stavano rientrando da Roma, attraversato quasi tutto il ponte la loro auto è stata poi inghiottita dalla furia delle acque che improvvisamente ha provocato il crollo della struttura.

Un’altra tragedia è stata invece evitata dai Vigili del Fuoco a Montalto Marina, in provincia di Viterbo. Un operaio rimasto intrappolato in un cantiere in cui stava lavorando è stato issato sù con un’autogru del 115 e portato in salvo.

L.A.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.