Squadra Mobile di Verona e polizia spagnola arrestano pedofilo

La Squadra Mobile di Verona, in collaborazione con la polizia spagnola, ha tratto in arresto a Santa Cruz de Tenerife il 64enne Ruggero Costa, ricercato a seguito di un ordine di cattura internazionale emesso dalla magistratura thailandese per gravi crimini a danno di minori. L’uomo, originario del polesine era fuggito dalla Thailandia, a seguito dei vari problemi giudiziari, tutti inerenti gravi fatti di pedofilia anche su minori di 13 anni, nel 2010. Rifugiandosi appunto nelle Canarie dove è stato catturato.

La Polizia di Stato di Verona ha lavorato a stretto contatto con un esperto antidroga della Polizia Thailandese e con l’ufficio antiterrorismo dell’Interpol per le regioni asiatiche, che ha ottenuto le informazioni sul procedimento penale.

Arrestato il 21 marzo scorso e poi identificato presso la stazione di polizia all’uomo è stato notificato un avviso di reato mentre le autorità thailandesi hanno avviato le procedure di richiesta per l’estradizione. La procedura non dovrebbe risentire di alcun ostacolo burocratico e in breve tempo Costa dovrebbe essere consegnato dalla polizia spagnola alle autorità thailandesi per i processi che lo vedono imputati dei gravi e circostanziati reati sessuali in danno di minori.

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.