Agrigento, omicidio di Salvatore Lupo: fermato l’ex suocero

A distanza di tre settimane dall’omicidio dell’ex presidente del Consiglio comunale di Favara Salvatore Lupo di 45 anni, i Carabinieri della Compagnia di Agrigento hanno eseguito a Favara un fermo di indiziato di delitto, firmato dal procuratore di Agrigento, Luigi Patronaggio, nonché dai sostituti procuratori Paola Vetro e Chiara Bisso. I carabinieri hanno fermato l’ex suocero Giuseppe Barba di 66 anni ritenuto responsabile dell’omicidio. L’imprenditore favarese, molto noto in paese, era stato ucciso il 15 agosto scorso, con tre colpi di pistola, all’interno di un bar al centro di Favara.

Giuseppe Barba è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto per l’omicidio con l’aggravante “di aver commesso il fatto per motivi abietti e futili” e della premeditazione. E’ indagato anche per aver “portato in luogo pubblico, o aperto al pubblico, un’arma comune da sparo: una pistola calibro 38”, e perché “illegalmente deteneva all’interno della propria abitazione, a Favara, la pistola, in data antecedente e prossima al 15 agosto”.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.