Sequestro beni a Catania: infiltrazioni mafiose alla “Fera o Luni”

Infiltrazioni della criminalità organizzata all’interno dello storico mercato della cosiddetta ‘Fera o Luni’ di Catania. E’ quanto emerge da indagini della polizia del capoluogo etneo, coordinate dalla Dda.

L’inchiesta della Procura ha evidenziato anche l’interesse dell’organizzazione mafiosa a mantenere il controllo di determinate attività commerciali di vario genere, acquisendo autorizzazioni e concessioni amministrative intestate anche a terzi.

E’ quanto emerso dalle indagini che hanno portato al sequestro ai fini della confisca di beni per almeno 500 mila euro ad un affiliato al clan Cappello – Carateddi, Giovanni Pantellaro, di 57 anni, attualmente detenuto. Tra di essi vi sono tre imprese individuali nel settore dell’abbigliamento e casalinghi del mercato della Fiera, le cui attività commerciali sono state ritenute riconducibili a Pantellaro.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.