Blitz antidroga a Siracusa, spaccio davanti a scuole

Sgominata a Siracusa una vasta associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti che si avvaleva anche di minori. I carabinieri del nucleo Investigativo del reparto Operativo del Comando provinciale stanno eseguendo 31 misure cautelari emesse dal gip di Catania su richiesta della Dda etnea. Sono in atto numerose perquisizioni con l’ausilio di cani antidroga e di ricerca di armi ed esplosivi.

All’attività, eseguita da circa 150 militari, partecipano assetti specialistici del 12° Reggimento carabinieri Sicilia di Palermo e dello Squadrone eliportato carabinieri Sicilia di Sigonella, nonché un elicottero dell’Arma.

Cocaina, crack, marijuana, hashish e metanfetamine. Era un traffico fiorente quello sgominato dai carabinieri a Siracusa nell’ambito dell’operazione antidroga ‘Algeri’, che ha portato all’esecuzione di 31 misure cautelari per associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti e aggravata dall’uso delle armi e dall’impiego di minori.

“Il gruppo criminale, attivo in città, aveva costituito una piazza di spaccio delimitata anche da cancelli abusivamente collocati e protetta da vedette – spiegano gli investigatori -, capace di produrre incassi fino a 25.000 euro al giorno”. Lo spaccio avveniva anche in prossimità di scuole e avvalendosi di minori. Diciassette indagati, inoltre,  dono risultati indebiti percettori del reddito di cittadinanza.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.