Pietro Agen: “Salviamo il tessuto economico di questo Paese”

Con una sua nota, il presidente di Confcommercio Imprese per l’Italia di Catania, Pietro Agen, manifesta le sue perplessità sugli annunciati interventi in favore delle aziende:

“Da settimane si susseguono comunicati: prima sotto forma di illazioni, poi con l’annuncio di interventi o “RISTORI” che dir si voglia, in favore delle aziende, infine con i veri e propri decreti.

“Senza voler scendere in polemica sulla inadeguatezza e sulla frammentazione che caratterizza il muoversi, tanto a livello regionale che nazionale, ci permettiamo, come Confcommercio Catania, di richiamare l’attenzione su un fatto che rischia, nei prossimi giorni, di avere effetti esplosivi sull’intero comparto economico ed a tutti i livelli.

“C’è il rischio concreto – dichiara il presidente di Confcommercio Catania Pietro Agen -, che si materializzerà con la fine di Novembre, e ancora, con la fine di Dicembre, che i titoli emessi quando ancora non si era determinato il nuovo blocco delle attività vadano in scadenza, determinando un vero e proprio uragano di protesti.

Non c’è tempo, bisogna intervenire oggi e non domani, altrimenti si rischia di vanificare tutti gli sforzi fin qui compiuti.

“Al Governo chiediamo, così come già avvenuto in precedenza, di bloccare i protesti per un congruo periodo, con la certezza che i nostri imprenditori sono i primi a voler onorare gli impegni, ma con la consapevolezza che, certo non per loro colpa, questo è divenuto oggi impossibile”.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.