Mattarella incontra il direttore de “Il Pensiero Mazziniano”

Nei giorni scorsi il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha ricevuto al Quirinale una delegazione dell’AMI-Associazione Mazziniana Italiana guidata dal Presidente Nazionale, Michele Finelli, e dal Presidente Nazionale uscente, Mario di Napoli.

Contestualmente, il Capo dello Stato ha incontrato anche il giornalista e scrittore forlivese (di origine Catanesi e nostro valido collaboratore) Pietro Caruso, nella sua qualità di direttore della rivista Il Pensiero Mazziniano.

L’Associazione Mazziniana Italiana è una libera associazione che propugna i principi di emancipazione morale, politica e sociale sostenuti da Giuseppe Mazzini e della tradizione politica del pensiero repubblicano. Fondata nel 1943 da importanti personalità del movimento antifascista, l’AMI ha mantenuto sempre una netta posizione contro il fascismo ed ogni forma di totalitarismo.

L`associazione è strutturata da un comitato Nazionale per il coordinamento dell`azione periferica (Sezioni Comunali) e da un Comitato regionale ed ha ottenuto il riconoscimento di Organizzazione Nazionale senza Lucro e di Utilità Sociale (O.n.l.u.s.).

Il periodico Il Pensiero Mazziniano si pubblica ininterrottamente dal 1946 (anche se il primo numero uscì clandestinamente il 10 luglio 1944). Per ben 18 anni è stato diretto da Terenzio Grandi passandolo poi alla direzione di Vittorio Parmentola. Dal 1976 divenne direttore Luigi Bisicchia che successivamente, negli anni Ottanta, passò il testimone a Piergiovanni Permoli. A partire dal 1987, il Pensiero Mazziniano si trasformò in rivista di cultura politica diventando trimestrale. Dal 1997 al 2004 direttore è stato lo storico Sauro Mattarelli. Poi, nel 2005 alla rivista, che diventa quadrimestrale, gli si affianca il supplemento L’Azione Mazziniana e dal numero 2 dello stesso anno il giornalista Pietro Caruso ne diventa l’attuale direttore.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.