Lo strano silenzio dell’operazione contro la mafia nigeriana a Catania

di Luigi Asero

 

Una notizia certamente importante di cui poco si è però saputo. E se qualcosa sappiamo lo dobbiamo alla testata online MeridioNews unica ad averne dato annuncio con dovizia di particolari.

In breve si tratterebbe di una imponente operazione della Polizia di Stato eseguita due notti fa nel territorio catanese e di cui quasi nessuno avrebbe avuto notizia, condotta dalla Squadra Mobile di Catania e che avrebbe portato alla sbarra una ventina di nigeriani legati fra loro da una sorta di culto mafioso africano tutti residenti tra il CARA di Mineo e la città di Catania. Si tratterebbe di una gang denominata Vikings, un gruppo “criminale transnazionale nato in ambito universitario e in parte convertito al mondo della criminalità. Ispirandosi, con i colori rossoneri, alla mitologia nordica del dio Odino e della moglie Frigg. Simboli di un culto che ha una regola chiara e inquietante: «Non ritirarsi mai prima della morte».

Gli arrestati sarebbero stati tradotti in carcere “alla spicciolata”, fatti entrare nelle auto della Polizia velocemente e senza uso di sirene, modalità spesso utilizzata invece per molti altri arresti di personaggi più o meno ritenuti pericolosi. In arresto sarebbero finiti capi e gregari. Riferisce Meridionews che “novità per la Sicilia orientale è il tipo di reato che viene contestato. Ovvero quello di fare parte di un’associazione a delinquere di stampo mafioso che si sarebbe avvalsa degli stessi metodi di assoggettamento di Cosa nostra siciliana. Praticamente un nuovo capitolo di quanto già venuto fuori a Palermo, con il quartiere popolare Ballarò che si era trasformato in una piccola roccaforte della confraternita dei Black Axe, le asce nere”

Per i particolari, vi rimandiamo, come è giusto che sia, all’articolo esclusivo di Dario De Luca su MeridioNews. Ci resta una domanda: perché il sostanziale silenzio su questa importante operazione? Cosa Nostra siciliana “vale” ormai meno della mafia nigeriana nelle zone etnee?

Foto da MeridioNews

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.