Dagli USA allo Stretto di Messina: “Swim” e “L’Aquilone” per passione

Domenica 18 giugno alle ore 8.00 da Capo Peloro a Cannitello la traversata della solidarietà

di Giuseppe Stefano Proiti

 

Il mare unisce e il web aggrega. Ecco, questo è quanto è successo a due associazioni: la statunitense “Water World SWIM” di San Francisco – diretta da Pedro H. Ordenes – e “L’Aquilone Onlus” di Messina – diretta da Rosario Lo Faro – incontro reso possibile grazie al manager italoamericano Patrizio Tomada.

Questa domenica si rinnova la sfida nelle acque dello Stretto di Messina, con sette nuotatori della Swim: cinque provenienti dagli USA, uno dall’Inghilterra e uno dall’Ecuador. Ad assistere il gruppo di nuotatori il team del mitico comandante Giovanni Fiannacca, il veterano delle traversate. Ecco i nomi e le nazionalità: Dominic Gallego, Carola e Annika Khouri (madre e figlia), Mitali Kanzode e Andrea Vuturo. Questi sono i cinque statunitensi, poi l’inglese  John Newbury, ed infine dall’Ecuador Ricardo Arenas.

A Messina è giunto per la prima volta lo storico presidente della “Swim Ordenes” , che è stato un grande campione di nuoto e detentore di diversi record in mare aperto. Le sue traversate da Alcatrax a San Francisco sono state circa  1000, per seguire nelle Hawaii, alle Galapagos, nello Stretto di Magellano, in Cile e tante altre località del mondo che gli hanno permesso negli anni di poter aggregare e allenare tanti sportivi appassionati di nuoto in mare aperto. Il filo conduttore che ha unito le due realtà associative USA – Italia è stato il sociale e le attività rivolte al sostegno dei disabili.

Lo scorso anno già alcuni nuotatori stranieri, ed in particolare americani, si sono avvicinati alla sfida dello Stretto di Messina, a cominciare dalla famiglia del giovanissimo Tancrede Roy. Grazie alla lungimiranza della “Swim”, che ha visto nell’ ”Aquilone” il suo partner ideale in Italia, sono cominciati i contatti che hanno favorito l’accordo ufficiale. Da oggi infatti, l’associazione “L’Aquilone” può vantare la rappresentanza della “Swim” in Italia con sede a Messina.

In questi giorni in città hanno iniziato gli allenamenti due nuotatrici USA. Le abbiamo ascoltate ed abbiamo tracciato un breve profilo a cominciare dalla bella figura di atleta della statunitense Andrea Vuturo, marketing manager e nuotatrice per passione, con il nonno originario di Alcamo, per la prima volta in Sicilia a tentare l’impresa nelle mitiche acque dello Stretto. La mascotte Mitali Kanzode, di quindici anni, statunitense, ma di origine indiana, anche lei straordinaria nuotatrice, dopo 37 traversate Alcatraz – San Francisco, domenica per la prima volta si lancerà in mezzo alle correnti del mare di Messina per la felicità sua e dei suoi genitori. Auguriamo ad entrambe la massima riuscita della prestazione agonistica e di trovarsi a loro agio nella nostra meravigliosa terra di Sicilia.

 

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.