“Beer in Jazz” con Max Rolff al MA

Max Rolffdi Michele Creazzola

“Beer in Jazz” è la nuova occasione , proposta dal MA per ascoltare musica di qualità. Tutti i giovedì sera, presso la birreria del club, si terranno concerti jazz di esponenti del panorama nostrano ed internazionale. Ad inaugurare questo nuovo appuntamento, questa sera alle 21 e 30, sarà il 42 enne contrabbassista genovese Max Rolff. Un precoce approccio con la musica, iniziato a soli 12 anni studiando da autodidatta la chitarra. In seguito, a 16 anni, si dedicò allo studio del basso ed in seguito, come bassista iniziò a suonare con numerosi gruppi del nord Italia. La fortuna di aver ascoltato in ambiente familiare, i più disparati generi musicali spaziando dal rock, al pop, al jazz, alla classica, ne ha maturato in lui, fan del rock britannico, il gusto per la composizione. E quando all’età di vent’anni decise di dedicarsi totalmente alla musica, si trasferì per un periodo in Olanda dove, in ambiente internazionale, si diplomò in basso elettrico e pedagogia musicale presso il conservatorio di Groningen. Non sono mancate altre esperienze internazionali come quella di New York per un master presso “The Bass Collective” alla corte di Lincoln Goines e John Patitucci, nel nostro paese, la laurea di secondo livello in Jazz presso il conservatorio “Paganini” nel 2010. Il contrabbassista ha all’attivo alcuni album tra cui “More music” del 2012 e l’ultimo “Scream”. Presso MA di via Vela a Catania un appuntamento imperdibile per tutti gli amanti del jazz che potranno assistere all’esibizione di Massimiliano “Max” Rolff accompagnato da Antonio Ferlito alla chitarra e dal batterista Dario Fisicaro. La musica di Rolff si basa sulla profonda conoscenza jazzistica e sulla particolarità della composizione ed è diventata, negli ultimi anni, punto di riferimento per gli appassionati del jazz in Italia e in Europa.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.