AEROPORTO FONTANAROSSA. Agen: entro giugno procedura avviata per privatizzazione

Si procede a passi veloci per la privatizzazione della SAC, la società di gestione dell’aeroporto di Catania Fontanarossa. Lo scalo è attenzionato da banche e da società aeroportuali che mostrano particolare interesse per lo sviluppio esponenziale dei passeggeri dello scalo etneo.

Entro il prossimo giugno – afferma il Presidente della Camera di Commercio del Sud Est, dottor Pietro Agen – sarà bandita la gara per l’advisor. Non è un calcolo fuor di luogo che il numero dei passeggeri salga a dodici milioni. Così come non appare errata la valutazione della società a un miliardo di euro”.

Previsioni ottimistiche, mentre attualmente la “nuova” aerostazione di Fontanarossa registra disfunzioni strutturali? “Sono dati di fatto – replica Pietro Agen – le disfunzioni che si notano nell’aerostazione (“piove” all’interno, e l’acqua viene raccolta nei secchi) sono dovute alle originarie carenze progettuali, carenze che saranno superate ben presto. Errori che, si spera, non verranno commessi con la ristrutturazione della vecchia aerostazione, che avverrà in tempi brevi, preferibilmente abbattendola”.

Ma non è soltanto l’aeroporto di Fontanarossa in primo piano per la ripresa dello sviluppo del territorio al quale lavora la Camera di Commercio del Sud Est: c’è, infatti, anche il nuovo Ente Fiera, che ha registrato già 23 richieste di esposizioni indirizzate a operatori di diversi comparti.


A seguire, l’intervista di Salvo Barbagallo a Pietro Agen

Riprese audio, video, servizio web di Luigi Asero

 

Potresti voler leggere anche

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.