La Via: interrogazione a UE per eccellenze alimentari siciliane escluse

“La mozzarella di bufala è il prodotto più a sud inserito tra le 26 Indicazioni geografiche italiane da tutelare: le eccellenze alimentari non si fermano in Campania!”.

Così l’eurodeputato Giovanni La Via esprime il proprio disappunto per l’esclusione dagli accordi bilaterali tra Ue-Cina – ancora in fase di negoziazione – di tante Ig di fatto escluse dall’elenco dei 26 prodotti italiani, sui 100 europei – e altrettanto cinesi – da tutelare, secondo la reciprocità dell’intesa siglata con il Paese asiatico.

“Per questo motivo ho presentato un’interrogazione urgente alla Commissione europea: non possiamo accettare che battaglie importanti condotte in favore di tante produzioni – tra l’altro riconosciute in tutte il mondo – cadano nel nulla. L’accordo – spiega La Via – avrà un impatto non indifferente in molti settori produttivi europei. Tenuto conto che in Europa il settore agroalimentare gioca un ruolo strategico per l’economia di molti territori, ho chiesto di conoscere quali sono stati i criteri utilizzati per stilare questa lista in di cui non è presente nessuna IGP\DOP siciliana. Dov’è finita l’arancia rossa di Sicilia? Il DOC Sicilia del vino? L’olio IGP Sicilia e le altre IGP e DOP presenti nel ostro territorio e nel mezzogiorno d’Italia? I produttori, i consumatori e il sottoscritto, attendono risposta, una risposta dovuta all’eccellenza del settore, siciliano e del Meridione in genere”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Pin It on Pinterest

Close