Flessibile il mercato del lavoro o precario chi ha il lavoro?

Secondo i dati pubblicati nei giorni scorsi dalla Cgia di Mestre, sono più di 11.000 le aziende fallite nel 2011 e 50.000 i posti di lavoro persi. I numeri parlano chiaro: il Paese è in recessione e necessita di riforme strutturali. Questa performance negativa del settore industriale e di quello commerciale italiano è riconducibile a più fattori, tra i quali: il calo della domanda di beni da parte dei paesi occidentali, la stretta creditizia che nel 2011 è stata di 20 miliardi di euro, la mancanza di competitività nei mercati…

Leggi tutto