Perse le prove dell'attentato di Brindisi. Autocombustione?

La notizia, passata in sordina nei giorni scorsi sulle pagine dei maggiori quotidiani nazionali (che si sono ben guardati dal metterla in rilievo) appare invece gravissima. Lo scorso 2 luglio, alle 4 di notte un’esplosione che non ha provocato vittime avrebbe però bruciato nientemeno che il laboratorio della Polizia Scientifica che si trova all’interno dei locali della Direzione Centrale della Polizia di Stato a Roma. Gli uffici si trovano all’interno di un enorme complesso sulla Tuscolana che riunisce tutti gli uffici centrali e i reparti del Ministero degli Interni. Si…

Leggi tutto