Renzi, “Serenata a Vallechiara”

Di Salvo Barbagallo Matteo Renzi (11 gennaio 1975) presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana dal 22 febbraio 2014 e segretario del Partito Democratico, eletto alle elezioni primarie dell’8 dicembre 2013, deve essere sicuramente un appassionato cinefilo (dizionario Sabatini Colletti, Cinefilo: che ha passione per il cinema e per tutte le attività ad esso connesse) e anche, vorremmo aggiungere, appassionato di musica, forse patito di jazz. Nulla da ridire, anzi. Si possono ben apprezzare le sue scelte. Per la vacanza personale e della sua famiglia Renzi ha scelto le…

Leggi tutto

Monti ai partiti: basta risse, riforma elettorale in tempi brevi

“Lo scenario peggiore, quello che voglio esorcizzare, sarebbe quello di elezioni alla scadenza naturale, e quindi non anticipate, ma a cui si arrivasse senza una riforma elettorale e in un clima di disordinata rissa tra i partiti”. Con queste parole Mario Monti è intervenuto in radio, ospite di “Radio anch’io”. Monti ribadisce che c’è una correlazione tra incertezza elettorale e spread e che le forze politiche quindi, sapendo devono prendersi le responsabilità che loro competono. Monti intervenendo stamani ha di fatto ribadito il nuovo monito, lanciato proprio ieri dal Capo…

Leggi tutto

Una settimana di diritto. Del Lavoro.

Quest’ultima settimana si è inaugurata con l’apertura degli incontri bilaterali tra Governo e parti sociali e si rivelerà decisiva per la riconfigurazione del mercato del lavoro. Le problematiche al vaglio sono molto complesse e la loro soluzione si tradurrà in una epocale riforma del diritto del lavoro che interesserà, e terrà impegnati, non solo i giuslavoristi ma anche e soprattutto tutti quei lavoratori che da decenni soffrono gli effetti di un’inaccettabile precarietà aggravata dalla perdurante sussistenza di una netta linea di demarcazione tra alcuni prestatori protetti oltremisura a totale discapito…

Leggi tutto

Nuovo Governo: ecco chi sono i professionisti chiamati a risolvere i problemi dell’Italia

Ieri pomeriggio, alle ore 17 i ministri del nuovo Governo Monti hanno giurato sulla Costituzione nella sala del Quirinale.Tra oggi e domani i due rami del Parlamento saranno chiamati ad esprimersi sulla fiducia, prima il voto al Senato, poi alla Camera, subito dopo la “squadra”del premier Mario Monti si metterà al lavoro. Il neo presidente del Consiglio ha parlato chiaro: dovranno essere fatto “sacrifici”. C’è da augurarsi che l’ottimismo che regna in queste giornate non venga sommerso da troppi sacrifici.     Ma chi governerà il Paese? Ecco, in sintesi,…

Leggi tutto