Casal di Principe, lei è irremovibile, lui le dà fuoco

Casal di Principe. No, non è una brutta cronaca di camorra questa volta. Ma sempre di brutta cronaca si parla, forse anche -qualora si potesse fare una comparazione- forse anche peggiore. È una storia di un relazione finita, di una 24 enne nigeriana che rifiuta di tornare con il suo ex, un 43 enne sempre nigeriano e per questo motivo viene cosparsa di benzina e data alle fiamme. Lui, dopo dodici ore di ricerche, viene rintracciato e arrestato. È un pluripregiudicato, un violento già noto. Ora, da ieri pomeriggio 3…

Leggi tutto

Vercelli. Uccide la convivente con 4 colpi di pistola

Era albanese, si chiamava Donika Xhafa, aveva 47 anni, viveva a Vercelli con il convivente, un italiano 59enne di Calliano (At). Donika è morta con 4 colpi di pistola, sparati “per gelosia”. Sparati quasi per caso. Ma c’è una donna che ha visto la scena e che testimonia come il primo colpo sia stato sparato da bordo della sua auto e poi, sceso dall’auto altri tre colpi per “finirla”. Ed è finita così Donika. Con 4 colpi di pistola sparati contro di lei da chi, in passato, le ha promesso…

Leggi tutto

L'Aquila. Uccide ex moglie e nuovo compagno in centro commerciale

Inarrestabile la scia di sangue che ogni giorno di più allunga la lista della cronaca nera per “motivi passionali”. Motivi “passionali” che rifiutiamo di poter accettare, più corretto parlare di “femminicidi”, di incapacità di accettare la realtà. L’ultimo caso, per ora purtroppo, viene dal centro commerciale “I Quattro Cantoni” inaugurato poco tempo fa a L’Aquila, lungo la statale 17. Due le vittime, una donna uccisa insieme al suo nuovo compagno dall’ex marito. L’uomo, di origini albanesi sembra, ma non importa la nazionalità, avrebbe agito improvvisamente nel parcheggio del centro commerciale…

Leggi tutto

Udine: Lisa Puzzoli, 22 anni, assassinata perché "femmina"

Il copione si ripete, sempre lo stesso, mediamente ogni due giorni uguale (anche se qualcuno sui numeri prova a giocarci e dire che “no…non sono così tanti i femminicidi”). A morire oggi è una giovane donna, Lisa Puzzoli. Anzi una “femmina” probabilmente. Per noi una giovane persona di sesso femminile che aveva appena 22 anni. È morta accoltellata, dal suo ex, Vincenzo Manduca, 27 anni. La storia era finita già nel 2010, e da quel momento ben tre volte Lisa aveva denunciato l’ex fidanzato. Ma non è servito a nulla,…

Leggi tutto

Licodia Eubea, 29 novembre "Stefania e le altre donne"

L’insopportabile pesantezza dei femminicidi e della violenza contro le donne. Licodia Eubea 29 novembre 2012 L’emersione della violenza di genere contro le donne e il triste e dilagante fenomeno dei femminicidi, costituisce ancora un serio problema: troppe donne subiscono in silenzio la violenza e i maltrattamenti agiti dal loro partner. Moltissime di loro non chiedono aiuto e, alcune di loro, finiscono uccise per mano di coloro che amano. A partire dai dati Istat sul fenomeno della violenza, nonché dai risultati  di numerose ricerche realizzate in Italia si rileva, con estrema…

Leggi tutto

Nasce "Mariposas" contro ogni violenza sulle donne

In occasione della Giornata Mondiale Contro la Violenza sulle Donne, “La Voce dell’Isola” inaugura una sezione del giornale interamente dedicata all’approfondimento delle tematiche connesse e aperta alla collaborazione con la Rete AntiViolenza.  La sezione, intitolata “Mariposas” trae il suo nome da “Las Mariposas” (farfalle in spagnolo, ndr), lo stesso delle tre sorelle Mirabal trucidate nel 1960 per essersi opposte al regime dominicano  di Trujillo, il cui sacrificio oggi, come ogni anno, celebriamo. Di seguito la presentazione della Sezione scritta dal nostro Direttore, dr. Salvo Barbagallo. Violenza sulle donne? Cambiare la mentalità…

Leggi tutto

Melania Rea: carcere a vita per Parolisi

Il caso di Melania Rea ha tenuto banco nella cronaca dell’ultimo anno. Oggi un nuovo capitolo si aggiunge. Il marito, Salvatore Parolisi, unico imputato dell’atroce delitto è stato condannato in primo grado alla pena dell’ergastolo. Melania fu uccisa con 35 coltellate in un boschetto di Ripe di Civitella a Teramo il 18 aprile del 2011. La donna fu sorpresa da un abbraccio rivelatosi invece mortale. Parolisi ha sempre sostenuto di non averla più vista dopo essersi fermato in una stazione di servizio. Ma la cella telefonica e il dna lo…

Leggi tutto

Venti coltellate date "per sbaglio"

È stata eseguita nel pomeriggio di oggi l’autopsia sul corpo di Carmela Petrucci, uccisa ieri mentre ha difeso la sorella Lucia dall’aggressione del suo ex, furioso perché temeva che Lucia stesse vivendo una nuova relazione dopo un breve flirt nei mesi passati. Le prime risultanze dell’esame autoptico hanno rivelato che Carmela è stata colpita due volte, una delle due ferite quella mortale che le ha reciso la giugulare. Oltre una ventina invece le ferite per Lucia, contro la quale si è scagliata la bieca e cieca violenza infame del suo…

Leggi tutto

Morire per amore. Cento volte già quest'anno

Il triste caso ha voluto che l’ultimo efferato e crudele femminicidio, che ha falciato la centesima vita dall’inizio dell’anno (centodecima, addirittura,  secondo alcune fonti), si sia consumato oggi, più vicino a noi di quanto si possa pensare. Teatro dell’ennesima vicenda a tinte fosche è Palermo. L’efferata escalation che sta colpendo donne di ogni età in tutta Italia ha toccato il famigerato numero a tre cifre e vittima stavolta è una giovanissima morta, sì stavolta lo possiamo dire senza tema di smentita, per amore, nell’estremo tentativo di difendere facendo da scudo…

Leggi tutto

Palermo. Non si rassegna e prova a uccidere la ex. Morta la sorella, gravissima lei

Sembra un conto infinito. Una ogni due giorni finisce in una bara. Una ogni due giorni muore per non voler più proseguire una relazione. Sempre più giovani, uccise da uomini sempre più immaturi e incapaci di accettare quel che poi potrebbe essere naturale: la fine di una storia. Convinti che solo l’uomo possa troncare una relazione. Lucia Petrucci doveva essere la sua vittima. Lucia ha 18 anni, lui ne ha 23, si chiama Samuele Caruso. Sembra un diciottenne. Lucia è viva, gravissima. Deve la sua vita a Carmela Petrucci, la…

Leggi tutto

Trapani, 39enne uccisa e bruciata, interrogato il marito

Arriva da Trapani l’ultimo caso in ordine di tempo, ma c’è da chiedersi ormai “per quante ore”, di omicidio nei confronti di una donna, madre di tre figli e incinta al nono mese di un quarto. Maria Anastasi è stata trovata semi carbonizzata nella campagne del trapanese. In tarda serata il pm della Procura di Trapani ha disposto lo stato di fermo per il marito di lei, che ne aveva denunciato la scomparsa, Salvatore Savalli anch’egli 39enne. Alla mancanza della mamma i tre figli, ormai adolescenti, hanno spinto il padre…

Leggi tutto

Paternò: uccide ex convivente e si suicida in chiesa

Salvatore Paternò, 46 anni, al culmine di una lite ha ucciso la sua ex convivente Enza Maria Anicito, 42 anni, e si è poi suicidato. È successo questa mattina nel centro di Paternò. La donna è stata assassinata per strada con diversi proiettili sparati da distanza ravvicinata, in via Gela. Poi l’assassino ha raggiunto la parrocchia di San Biagio in via Messina e si è tolto la vita sparandosi due colpi al petto con la stessa pistola, regolarmente detenuta. Dopo la fine della loro relazione, Salvatore Paternò e Enza Maria…

Leggi tutto

Noale (Ve): donna massacrata dal marito

Omicidio nella serata di lunedì a Noale, in provincia di Venezia. Ancora una volta la vittima è una donna, rincorsa in bici e uccisa dal marito in via Moniego Centro, di fronte un’agenzia immobiliare e un bar. L’uxoricidio è avvenuto intorno alle 21.30, la vittima si chiamava Hane Gjelaj, aveva 47 anni e tre figli, era di origine albanese, lavorava come inserviente in una casa di riposo. È morta dopo esser stata raggiunta da diverse coltellate. L’assassino, suo marito, da cui la donna si era allontanata circa tre anni fa, si…

Leggi tutto

Verona, soffoca la moglie per gelosia e si costituisce poco dopo

A scatenare la furia omicida ancora una volta è la gelosia, una lite nata dopo aver letto alcuni sms sul cellulare della moglie. Così Giovanni Lucchese ha strangolato con un foulard la moglie, Gabriella Falzoni. Il delitto è accaduto ieri pomeriggio a Mozzecane, provincia di Verone. Lucchese è dipendente di una concessionaria d’auto, ha 56 anni, la vittima invece lavorava in una ditta nel settore dell’abbigliamento e aveva 51 anni. Erano rientrati da una vacanza in Kenya, tutto appariva sereno. Almeno nel racconto dei parenti e amici della coppia. Ieri…

Leggi tutto

Milano, cronache di una città violenta. Contro le donne

Vengono tutte dalle zone intorno Milano queste notizie e decidiamo di pubblicarle insieme, in un unico articolo. Perché la violenza sessista non sembri sempre, ogni volta, un fatto isolato da capire, comprendere e contestualizzare. Sono tre episodi diversi. Di stalking, di aggressioni, di molestie sessuali. Proviamo a far ordine, primo episodio. Accade a Milano in via Savona, all’altezza del civico 99. Ad essere aggredita a calci e pugni in strada è una donna di 52 anni, italiana. Il personale del 118 ha riscontrato un grave trauma alla testa con un…

Leggi tutto