A scuola con la poesia

Rosalba Satta è una che gira sempre armata, porta dentro la borsetta una pistola di marzapane che spara fiori e caramelle ai bambini. Qualche volta la punta anche sui grandi e allora sono dolori, i suoi messaggi sono scudisciate ai cuori intorpiditi dal gelo (non diciamo cattivi, non esistono esseri umani cattivi ma solo incattiviti dagli eventi o dal ruolo che la vita ha loro assegnato), alle figure istituzionali che non fanno il loro dovere, a quanti non salvaguardano i sacri principi del rispetto tra gli uomini: la pace, l’ambiente…

Leggi tutto