"Vipera" il romanzo di un personaggio nobile, di una donna che si concede per denaro

C’è un certo proliferare nella letteratura contemporanea di gialli, thriller, omicidi efferati da svelare, marescialli e ispettori di polizia alle prese con casi particolarmente rognosi. Un povero cristo di personaggio letterario non fa in tempo a commettere il suo bel  delitto che subito si ritrova sguinzagliati sulle proprie tracce fior di investigatori pronti a rivoltarlo come un guanto. Una società letteraria invasa da Forze dell’Ordine desiderose di metterti le manette non appena attraversi con il rosso, pronte a puntarti una pistola alla tempia non appena pesti la coda al gatto. …

Leggi tutto

Troppo poco pazzi. Leonardo Sciascia nella libera e laica Svizzera

Ne parla, Leonardo Sciascia, nell’ottavo dei ventotto saggi che compongono “La corda pazza”, la raccolta di studi scritti tra il 1963 e il 1970, e in quell’anno pubblicato da Einaudi. Scrive di quella singolare figura che fu il barone Pietro Pisani e “scivola” nell’amato Pirandello, la battuta di un personaggio del “Berretto a sonagli”: “Deve sapere che abbiamo tutti come tre corde d’orologio in testa. La seria, la civile e la pazza”. E a ulteriore chiarimento: “Michele Palmieri, siciliano in esilio, in quei vivissimi souvenir di cui Stendhal e Dumas…

Leggi tutto