Renzi a Mosca cosa va realmente a ratificare?

di Valter Vecellio La frase è agghiacciante. Il portavoce di Vladimir Putin, Dmitry Peskov, a proposito dell’uccisione dell’oppositore Boris Nemtsov, dice: “Non contava niente”. Intende dire che Nemtsov per il padrone del Cremlino non costituiva un pericolo, e che dunque non è a Putin che bisogna guardare nella ricerca dei possibili mandanti. La stessa frase detta l’indomani dell’uccisione di Anna Politkvoskaya,

Leggi tutto

Caos migranti: salvarli, controllarli, assisterli

Di Salvo Barbagallo Mediterraneo mare di morte e di speranza Le cose che si sanno, le cose che non si fanno. Ora non ci sono più alibi per la questione dei disperati, dei migranti che (volenti o nolenti) devono salpare dalla Libia in cerca di un approdo sicuro, se non di un futuro certo: in centinaia di migliaia affronteranno le acque infide del Mediterraneo, e molti non giungeranno mai sulle sponde più vicine, quelle della Sicilia. Ma la massa enorme che riuscirà a

Leggi tutto

Libia-Sicilia 30 minuti di volo…

Di Salvo Barbagallo   Libia-Sicilia poco meno di trenta minuti d volo, 471 chilometri di distanza Ragusa-Tripoli. In Libia si combatte, la guerra civile sta divorando il Paese. in Libia c’è una situazione di caos, ma alla Sicilia (all’Italia, poi…) non sembra giungere alcun eco di quelle battaglie che vedono contrapposti due governi, quello del premier Thinni sostenuto dall’ex Sicilia, e soprattutto dall’Egitto, e quello di Tripoli del premier Omar Al Hassi, sostenuto dalla città di Misurata e dalla milizie islamiste.

Leggi tutto

In Egitto caos e morte, mentre in Sicilia sbarcano ancora migranti

Di Salvo Barbagallo In Egitto è caos e morte. Egitto, un Paese amico a due passi da casa nostra, che era ed è meta turistica preferita dagli italiani, ora è zona di guerra civile. La Farnesina consiglia solo viaggi sul Mar Rosso, e per chi già si trova in quel territorio (in quindicimila, al momento, per le vacanze di Ferragosto) suggerisce di soggiornare nei resort ed evitare le escursioni. Anche l’ambasciatore italiano è stato richiamato in Patria. Gli esperti che commentano la situazione sulla stampa internazionale sono concordi nel sostenere…

Leggi tutto

Egitto nel caos. Per il governo oltre 700 morti, sicuramente migliaia. Polizia autorizzata a sparare sulla folla. Follia

L’Egitto è sprofondato nel caos, descrivere ciò che accade è quasi impossibile. Impossibile avere certezze su morti e feriti, ieri il governo parlava di 523 morti, i Fratelli Musulmani parlavano di 4.500  morti. Oggi il conto governativo supera le 700 vittime. Le proteste investono ormai tutto il Paese ad esclusione dei resort di lusso nel Mar Rosso (e questo già fa riflettere su cosa stia accadendo). Il Ministero degli Interni egiziano ha autorizzato militari e polizia a sparare ad altezza uomo sulla folla. In pratica ha chiesto l’uccisione dei manifestanti.…

Leggi tutto

Carneficina in Egitto negli scontri pro-Morsi. Per Cnn oltre 200 morti

Secondo la “Cnn”sarebbe pesantissimo il consuntivo degli scontri  in Egitto: un bilancio di oltre 200 morti e 8000 feriti nell’azione che le forze di sicurezza egiziane hanno condotto contro i campi dei pro-Morsi, ma altre fonti di informazione, come la “Cbc” di almeno 250 morti, mentre un giornalista della “Afp” riduce la carneficina a 43 morti, un giornalista della France Presse parla di 15 cadaveri accertati depositati all’obitorio. Queste notizie sono smentite dal Ministero della Salute egiziano che afferma non esserci stata negli scontri nessuna vittima ma solo 26 civili…

Leggi tutto

Gaza sotto una pioggia di missili

Sarebbero almeno 85 i missili che questa mattina, in meno di 45 minuti, hanno colpito la Striscia di Gaza, provocando -secondo Hamas- due morti e decine di feriti. Non si ferma quindi l’attacco israeliano contro la Striscia di Gaza. Israele smentisce però affermando di colpire soltanto obbiettivi terroristici posti in basi sotterranee. Ordigni hanno comunque colpito l’abitazione di un alto ufficiale di Hamas e un edificio attiguo alla casa del primo ministro palestinese, Ismail Haniyeb. Il richiamo dei riservisti inoltre, già 16.000 sarebbero pronti fa intuire come sia già stato…

Leggi tutto

Egitto, conflitto fra neo presidente, Corte Costituzionale ed esercito

Sembra una storia infinita, e forse lo è, quella della democrazia in Egitto. Il neo presidente Mohamed Morsi aveva revocato lo scioglimento del Parlamento da parte della Corte Costituzionale, ridandogli i poteri. Oggi la Corte Costituzionale risponde che le sue decisioni non sono appellabili e dichiara nulla la revoca dello scioglimento. I militari, unica forza che governa la transizione e che forse vorrebbe continuare a governare chiedono il rispetto “della Costituzione e della legge”. Dando così un segnale preciso al neo-presidente. Una transizione di cui non si vede la fine.…

Leggi tutto

Traffico di esseri umani dall'Egitto, 14 arresti

Reclutavano i passeggeri nei villaggi egiziani, predisponendo il viaggio via mare e preoccupandosi anche dello smistamento dopo l’arrivo in Italia. Un’organizzazione criminale specializzata nel traffico di esseri umani provenienti dall’Egitto è stata scoperta dalla Squadra mobile di Messina che, questa mattina, ha arrestato 14 persone. L’operazione, chiamata “Rais”, è stata coordinata dallo Sco (Servizio centrale operativo) e si è avvalsa della collaborazione delle Squadre Mobili di Ancona, Catania, Milano e Roma. L’indagine prende il via nel luglio del 2010 quando una pattuglia della polizia stradale di Giardini Naxos (Messina) ferma…

Leggi tutto

Egitto: calcio-follia 73 morti, migliaia feriti

Tutto per una stupida partita di calcio, il copione è sempre lo stesso. Una squadra perde, la tifoseria non gradisce, qualcuno si agita maggiormente e alla fine è tragedia. Doveva essere una semplice partita, una di quelle cose che -soprattutto nel martoriato Egitto dei nostri giorni- doveva servire a svagarsi. Così non è stato. Lo stadio è quello di Port Said nel nord del Paese, la partita è quella fra la locale al-Masri e l’al-Ahly. I tifosi della squadra al-Masri, al termine della partita, hanno cominciato a tirare pietre e bottiglie sui giocatori…

Leggi tutto

Egitto, morti e proteste. Rivoluzione senza fine

Sono già almeno 16 i morti degli scontri, soltanto fra ieri e oggi, in Egitto.  I dimostranti sono stati attaccati dalle forze governative e soltanto ieri ci sarebbero stai 10 morti, altri 8 negli scontri di oggi. Almeno cinquecento i feriti. Enormi colonne di fumo nero e fiamme si levano davanti al grande edificio dell’immigrazione (Mugamma), sembra da tende dei manifestanti alle quali è stato dato fuoco, forse dai militari intervenuti questa mattina per sgombrare il sit-in di protesta davanti alla sede del governo e hanno arrestato diversi manifestanti. L’Esercito,…

Leggi tutto