Ex Fiat Termini Imerese: incognita senza fine

Si è svolto oggi l’incontro al ministero dello Sviluppo Economico tra Massimo Di Risio (patron della Dr Motor) e rappresentanti di ministero e sindacati sulla vicenda che vede al centro lo stabilimento ex Fiat di Termini Imerese. Di Risio ha esordito nel peggiore dei modi, pur spiegando le difficoltà sinora incontrate, ha detto infatti che l’azienda “ha bisogno di qualche altro giorno per trovare una soluzione”, ha però risposto positivamente alla domanda se la Dr Motor fosse in trattativa con un partner, senza specificare però se si tratti di partner industriale…

Leggi tutto

Termine Imerese, Fiat addio ma è difficile rassegnarsi

E’ difficile rassegnarsi, è difficile comprendere le logiche del mercato o le logiche aziendali dopo decenni di lavoro, di produttività: per gli operai degli stabilimenti Fiat di Termine Imerese, per l’intera collettività del territorio, la parola “fine” equivale ad una condanna a morte immeritata, senza ragione. La “trasferta” della Fiat in Sicilia si è conclusa, la permanenza in Sicilia non è più utile, si butta via come un “usa e getta”. Fin quando conviene. Le riunioni con i sindacati, con l’azienda stessa, con i rappresentanti del Governo non hanno portato…

Leggi tutto

A Termine Imerese ore drammatiche per la chiusura degli impianti Fiat

Il destino degli stabilimenti della Fiat a Termini Imerese è ormai segnato: la chiusura degli impianti è definitiva e da oggi 2.200 operai entrano in cassa integrazione per poco più di un mese. Per questi ex dipendenti Fiat dall’inizio del prossimo anno, dal 1 gennaio, cioè, resta incerto, forse senza un futuro accettabile. Con una lettera formale ai sindacati, la dirigenza del Lingotto ha ufficializzato quanto già, purtroppo, era a conoscenza di tutti. Dopo 40 anni di attività con marchio Fiat– l’ultima fase è stata quella dell’assemblaggio della Lancia Ypsilon…

Leggi tutto

Per la Fiat di Termini Imerese iniziato il countdown: mercoledì si chiude

A Termini Imerese la Fiat ha iniziato il “countdown”, il conto alla rovescia, per la produzione di auto: da mercoledì 23 novembre gli impianti in Sicilia si fermeranno, e la fabbrica non produrrà né la “Lancia Ypsilon”, né altro tipo di vettura con il marchio del Lingotto. I mass media nazionali hanno seguito con atteggiamenti contradditori questo che in Sicilia viene considerato un evento sicuramente negativo, ma in tempi di crisi come quelli che il Paese sta attraversando, con un nuovo Governo nazionale che ancora non ha debuttato nella pratica…

Leggi tutto