ARS: no a chiusura Corti d’Appello

L’Assemblea regionale siciliana ha detto no alla paventata soppressione di Corti d’Appello in Sicilia da parte del governo nazionale, votando alla unanimità oggi pomeriggio la mozione della Commissione regionale Antimafia. “Suscita nell’Isola seria preoccupazione e allarme la previsione del governo Renzi e dimostra la totale incomprensione delle specificità e caratteristiche del territorio siciliano” – ha dichiarato il presidente dell’Antimafia Nello Musumeci, illustrando la mozione.

Leggi tutto

Omicidio Ilardo detto “oriente”, chiarite dinamiche e motivazioni

Gli agenti della squadra mobile di Catania hanno eseguito una misura di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale del Riesame di Catania, divenuta esecutiva a seguito della sentenza pronunciata dalla Corte Suprema di Cassazione dello scorso 18 marzo, nei confronti di Vincenzo Santapaola pregiudicato, già detenuto per altra causa nel carcere di Novara in regime 41 bis. Ritenuto responsabile, in concorso con Giuseppe Madonia, Maurizio Zuccaro e Orazio Benedetto Cocimano di omicidio, detenzione e porto illegale di armi da fuoco, con le aggravanti di aver commesso il fatto con…

Leggi tutto

Arrestato in romania il latitante Orazio Magrì

Su precise indicazioni fornite dalla Squadra Mobile e con il coordinamento della D.D.A. di Catania è stato catturato dalla Polizia rumena nella città di Curtea De Arges Orazio Magrì 42enne, sorvegliato speciale, ricercato per associazione per delinquere di stampo mafioso affiliato al clan Santapaola – Ercolano. Durante la sua latitanza oltretutto Magrì è stato raggiunto da altra misura cautelare, per concorso in omicidio aggravato di Sebastiano Paratore, il cui cadavere, venne rinvenuto carbonizzato in contrada Torre di Casalotto nelle campagne di Acicatena la sera dell’11 marzo 2005. Tenendo conto della…

Leggi tutto

Esecuzione mafiosa a Palermo, ucciso esponente di Brancaccio

A cadere sotto i colpi dei killers Francesco Nangano, 50enne ritenuto esponente della cosca di Brancaccio. L’omicidio è avvenuto a Palermo in via Messina Marine. L’uomo si era appena messo alla guida della sua auto, dopo esser stato in macelleria, qui è stato raggiunto e affiancato da due killer in moto che gli hanno esploso contro 7 colpi di pistola, fuggendo poi in direzione di Villabate. Per il procuratore aggiunto, dr. Vittorio Teresi, questo “è un omicidio molto, molto inquietante…troppo presto per dire che è scoppiata una nuova faida mafiosa…

Leggi tutto

Palermo, retata antimafia alla Noce: 41 arresti

Una imponente operazione di Polizia ha smantellato il mandamento mafioso della Noce. Quarantuno gli arresti eseguiti dalla Squadra Mobile su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia. I reati vanno dall’associazione mafiosa a estorsioni, traffico di droga, intestazione fittizia di beni, detenzione e porto abusivo d’armi e altri reati minori. L’operazione ha consentito di ricostruire integralmente l’attuale organigramma, nonché i vertici operativi di tre famiglie mafiose: “Noce”, Altarello e “Cruillas-Malaspina”, incardinate nel mandamento mafioso. Provato inoltre il sostegno economico alle cosche da parte di diverse agenzie di scommesse riconducibili (tramite intestazione fittizia)…

Leggi tutto

Caserta, colpo ai casalesi. 8 arresti fra i quali 2 agenti penitenziari

Otto arresti in un’operazione anti-camorra condotta dai Carabinieri contro esponenti del clan dei casalesi. Fra i destinatari dei provvedimenti anche due agenti di polizia penitenziaria in servizio presso il carcere di Carinola, in provincia di Caserta. Le indagini sono state condotte dalla DDA partendo da due omicidi avvenuti tra il 2003 2 il 2004 nello scontro fra opposte fazioni del clan a Castel Volturno. I due agenti, in particolare, sono accusati d’aver stretto legami con esponenti del clan, ai quali dietro compenso cedevano telefoni cellulari, profumi, orologi, droga e quanto…

Leggi tutto

Caserta, catturato Michele Zagaria: “Avete vinto voi, ha vinto lo Stato”.

Finisce la latitanza, durata 16 anni, di Michele Zagaria. È stato infatti catturato oggi, intorno alle 11.30 dal personale della Squadra Mobile di Caserta coordinato dal pool anticamorra della DDA di Napoli, costituito dai giudici Cafiero de Raho, Catello Maresca,  Raffaele Falcone e Marco Del Gaudio. Zagaria è stato arrestato in un fondo agricolo a Casapesenna  dove gli investigatori erano sicuri si nascondesse la primula rossa della feroce organizzazione criminale, latitante dal 1995. Ironiche, come nello stile mafioso, le sue prime parole rivolte al pool investigativo: “Avete vinto voi, ha…

Leggi tutto