Carceri. La Corte Costituzionale: "intervenite, o provvederemo noi"

  Di Valter Vecellio Spacciatore, e non solo: spacciatore di droga “pesante”, eroina, e per di più eroina tagliata con chissà quale porcheria letale: che un disgraziato si era poi iniettato in vena e ne era morto. Per questo A.B. (iniziali fittizie, per ragioni di intuibile riservatezza) era finito in carcere con la pesante accusa di aver provocato la morte di un tossicodipendente. Tutto congiurava contro A.B.: egiziano, dunque già per questo sospetto. E poi perizie e controlli telefonici avevano dato inequivocabile prova: lo spacciatore era proprio lui. Solo che……

Leggi tutto

La revisione delle Circoscrizioni giudiziarie. Meno male che la Corte c'è

Quando il Governo varò la manovra finanziaria bis adottando il Decreto legge 13 agosto 2011 n. 138 “qualcuno” avanzò la proposta di arricchirla attraverso un emendamento, in sede di conversione, che avesse per oggetto la revisione delle circoscrizioni giudiziarie. Il momento era ideale per far digerire al Paese una drastica riduzione dei presidi giudiziari, sopprimendo i più piccoli, scomodi a taluno. Forte fu la levata di scudi dell’Avvocatura: non è consentito dalla Costituzione, lo scrivemmo anche al Ministro, apportare sostanziali modifiche al decreto legge inserendo nel testo, attraverso un emendamento,…

Leggi tutto

Il crac dell’economia e l’involuzione culturale

La scuola, non dimentichiamoci, assolve un ruolo importante e di primaria importanza in una civiltà moderna e competitiva. E’ l’agenzia educativa più importante per l’inserimento e l’integrazione di ogni soggetto attraverso lo sviluppo equilibrato ed integrale della sua personalità. Lo prepara e lo immette in un contesto che lo porterà, se ne avrà le doti, a livelli sempre più elevati. Favorisce, quindi, la formazione del perfetto cittadino che è tale quando partecipa attivamente sia al processo ontogenetico che filogenetico, diventando protagonista non solo della propria evoluzione, ma anche di quella…

Leggi tutto

Rimborsi per quote fognature e depurazione anni 2007 – 2008

A seguito della sentenza della Corte Costituzionale n. 335 del 2008, con la quale si dichiarava l’illegittimità costituzionale della Legge n.36 del 94 e del D.L. n.152 del 2006, che prevedevano che la quota tariffa riferita al servizio di depurazione e fognatura era dovuta dagli utenti anche nel caso in cui la fognatura fosse sprovvista di impianti di depurazione o questi fossero temporaneamente inattivi,  l’Amministrazione Comunale di San Gregorio nel 2008 effettuò una sollecitazione alle società di gestione delle acque operanti nel territorio sangregorese. In questi giorni, grazie all’ istanza…

Leggi tutto