Antipolitica e Pannella. Il doppio messaggio di Napolitano che non si è voluto cogliere

di Valter Vecellio L’altro giorno abbiamo avuto la prova provata che si vive una realtà dove si è sommersi di “comunicazioni”, giungono “notizie” di ogni tipo, ne siamo spesso travolti; e al tempo stesso si sguazza in un mare di letterale ignoranza. Per citare il titolo di un bel libro di Jean-François Revel di anni fa, “La conoscenza inutile”. La prova provata è costituita dall’intervento del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano messaggio all’Accademia dei Lincei, e dal messaggio, i parallelo, inviato a Marco Pannella in occasione della sua premiazione disposta…

Leggi tutto

Siamo confusi: vorremmo capire quali sono i segreti della Repubblica

Di Salvo Barbagallo   Di certo il tempo – se non i secoli almeno i decenni – inevitabilmente riesce a trasformare ogni cosa, fuorché l’uomo che è fatto come è fatto e difficilmente riesce a migliorarsi. Filosofia spicciola? Sicuramente, ma le cose “banali” spesso sono quelle più rispondenti alla realtà. Non vogliamo andare troppo lontano. Negli Anni Settanta i problemi del Paese erano diversi da quelli attuali: c’era la strategia del terrore, Piazza Fontana, il generale De Lorenzo, i servizi segreti con i loro moltissimi lati oscuri. C’era Aldo Moro,…

Leggi tutto

Politica, esercizio di libertà

C’è un malessere che serpeggia velocemente nella società italiana, che inchioda la politica e le istituzioni alle proprie responsabilità e, giustamente, esige trasparenza e legalità. All’interno di questo scenario i soggetti politici si muovono lentamente, non riescono a cogliere i disagi e le richieste dei cittadini, vivono in un mondo artefatto fatto di piccole ambizioni e alleanze ambigue. La politica è distante dal territorio, dalle persone e dalla vita reale del paese; una lontananza espressa in varie forme: nella comunicazione, nei programmi e persino nelle intenzioni. C’è, però, chi si…

Leggi tutto