Esce “Il professore”, nuovo singolo del cantautore siciliano Armando Cacciato

Dedicato a Pietro Carmina, insegnante di filosofia nel Liceo Classico che l’artista ha frequentato, tragicamente scomparso l’11 dicembre del 2021

“Il professore” è il titolo del nuovo singolo del cantautore siciliano Armando Cacciato, disponibile a partire da oggi: il brano è dedicato a Pietro Carmina, insegnante di filosofia nel Liceo Classico “Ugo Foscolo” di Canicattì (Ag) che l’artista ha frequentato, tragicamente scomparso l’11 dicembre del 2021 a causa di un’esplosione conseguente ad una fuga di gas che ha causato il crollo di una palazzina a Ravanusa.

“Il professore Carmina scrisse, qualche anno prima, una struggente lettera dedicata ai suoi alunni, nel corso dei suoi tanti anni di insegnamento, in procinto del pensionamentoracconta CacciatoIl presidente della Repubblica decise di ricordarlo il giorno di Capodanno, esaltandone le doti umane e puntando l’obiettivo sull’importanza delle figure educative. Figure che devono sempre essere esempio di vita. Una vita che bisogna mordere. Da protagonisti, non da spettatori. Insieme, non da soli. “Non siate spettatori ma protagonisti della storia che vivete oggi: infilatevi dentro, sporcatevi le mani, mordetela la vita, non “adattatevi”, impegnatevi, non rinunciate mai a perseguire le vostre mete, anche le più ambiziose, caricatevi sulle spalle chi non ce la fa: voi non siete il futuro, siete il presente”.

Al brano, oltre ad Armando Cacciato (voce, cori, percussioni), hanno partecipato Pierangelo Carvello – tastiere, Pietro Falzone – chitarra elettrica, Federico Gucciardo – batteria, Roberto Puccio – chitarra acustica

Peppe Sferrazza – basso elettrica. Arrangiamenti a cura di Pierangelo Carvello e Armando Cacciato. Mastering: Andrea Corvo. Prodotto da Circuiti Sonori.

ARMANDO CACCIATO: cantautore e produttore indipendente siciliano, inizia come batterista nel ‘94, perfezionandosi successivamente sotto la guida di Mimmo Cafiero. Laureatosi in pedagogia, consegue successivamente un master di Laurea in Scienze e Tecnologie applicate alla musica, presso il conservatorio V. Bellini di Caltanissetta. Perfeziona i suoi studi come fonico con Steve Albini, produttore tra i più importanti nella scena rock internazionale (Nirvana, Page & Plant, Tori Amos).

Nel 2001 partecipa come cantante con la sua band Harea Kreativa a Sanremo Giovani, raggiungendo la semifinale. Nel 2007 pubblica “Puoi Farti Male”, il suo primo album, distribuito dalla prestigiosa etichetta Videoradio. Nel settembre 2011 si esibisce presso il teatro Fraschini di Pavia come batterista nel tributo italiano a Michael Jackson “This Time Is For You” con l’orchestra del conservatorio Vittadini, diretta da Ugo Nastrucci e con Sherrita Duran, affermata cantante italo-americana. Nel 2012 reinterpreta dal vivo i maggiori successi dei Deep Purple con il loro esponente principale, il batterista Ian Paice. Nel 2012 fonda Circuiti Sonori, etichetta indipendente e accademia musicale dove segue e produce diversi artisti.

Tra questi, alcuni hanno raggiunto riconoscimenti e visibilità di grande rilievo nel mondo dello spettacolo Nello stesso anno fonda Circuiti Sonori, etichetta indipendente e accademia musicale dove segue e produce diversi artisti. Nel 2013 divide il palco con Andrea Braido, virtuoso chitarrista italiano (Zucchero, Vasco Rossi, Laura Pausini) a Licata, in omaggio a Rosa Balistreri, voce della Sicilia e dei siciliani. Ha inoltre aperto concerti per cantautori italiani di successo quali Gatto Panceri e Francesco Tricarico. Nel 2015 il singolo “Hey! What’s New?” ottiene ampio successo di critica e la recensione su Classic Rock dalla penna del grande giornalista e produttore Renato Marengo. Nel 2016 vince il premio Classic Rock Italia come miglior artista rock italiano dell’anno. Sempre nel 2016 “Sialia”, scritta con Simona Malandrino, schizza al primo posto nelle classifiche digitali nel rock alternativo.

Il suo ultimo singolo, “Radio Nostalgia”, ottiene un ottimo consenso di pubblico, raggiungendo la finale del Lennon Festival ed il terzo posto per le finali radiofoniche del Premio Mia Martini. Nel 2020 esce il singolo “Bella Ciao”, rivisitazione in chiave electro-soul del famoso canto partigiano. Lo stesso anno esce l’album “Something In The Air” scritto nel 2008 per gli immigrati che raggiungono la Sicilia attraverso il mar Mediterraneo in cerca di una vita migliore.  Nel 2021 esce il remaster di “Let The Children Play”. Sempre lo stesso anno esce “Aurora”, singolo che raggiunge le classifiche nazionali delle etichette indipendenti, rimanendo top 50 del MEI per oltre 3 settimane.  Nell’estate del 2022 si esibisce allo Spasimo a Palermo con altri cantautori (tra i quali Luigi Turinese e Salvatore La Carrubba) per un “Un Ponte di Solidarietà”, che vede la partecipazione straordinaria di Pippo Pollina. Inoltre, sempre con La Carrubba e con Liria Zaffuto (RADIO RCS) organizzano un festival a Serradifalco dedicato al cantautorato. Lo stesso ottiene ottimi riscontri e sul palco si esibiscono 28 artisti tra solisti e band. Il 25 settembre esce “Come John”, in occasione della giornata della legalità, con cui il cantautore siciliano rende omaggio a Stefano Saetta, ucciso il 25 settembre 1988 insieme al padre, il Giudice Antonino Saetta, in un agguato mafioso avvenuto nella statale Agrigento Caltanissetta mentre ritornava verso Palermo GUARDA VIDEOCLIP

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.