Da Castelbuono il via al Blues & Wine Soul Festival

Il 9 Dicembre l’annuale Cena dei XVI Blues & Wine Awards, aprirà un cartellone di grandi eventi che chiuderanno la celebrazione del Ventennale del Blues & Wine Soul Festival.

  Cene di Gala, grandi ospiti del Vino e della Musica, splendidi concerti Gospel e convegni con i più grandi studiosi della vite e dell’economia, in campo italiano ed internazionale .  Più di un mese di appuntamenti da gustare .

 Dopo gli otto favolosi happening estivi, che hanno abbracciato tutta la Sicilia l’estate scorsa, il più grande Wine Music Festival del mondo quale è da 20 anni il Blues & Wine Soul Festival, da qui a fine Febbraio prossimo presenta i suoi XVI Blues & Wine Awards, ossia dei grandi appuntamenti che ogni anno, in questo periodo, celebrano nei migliori Ristoranti, Teatri, Hotel e Luoghi storici e di charme della Sicilia :  Vini, Produttori, Artisti, Studiosi, Giornalisti, Scrittori e personaggi della Cultura.

La grandissima opera del creatore e Direttore Artistico del Festival – Joe Castellano – ormai si divide tra la sua grande Super Soul Band (che entusiasma ogni volta i più disparati pubblici) e l’importante opera di diffusione della storia del vino italiano e delle più interessanti aziende di questo mondo .

 Per questi Awards, Joe ha messo insieme davvero un parterre di ospiti importantissimi che saranno a breve premiati come “Personaggi Blues & Wine dell’anno” e con vari altri riconoscimenti che il Festival destina alle migliori realtà vinicole e del mondo della Cultura E cosi, nella ormai storica annuale cena di Castelbuono (quest’anno presso il nuovo ed assai gradevole Ristorante Chiaramita e sempre in collaborazione con gli amici del Ristorante Nangalarruni), l’Award per la Musica andrà alla Sig.ra Rossana Luttazzi, moglie del grandissimo artista e musicista Lelio Luttazzi, che dagli anni ’50 e fino alla sua scomparsa è stato una delle più grandi star della radiotelevisione italiana . Indimenticabile il suo appuntamento settimanale per nove anni con la leggendaria “Hit Parade”, come i suoi tantissimi duetti con icone della Musica come Mina, Modugno, Sylvie Vartan e tantissimi altri . 

 Sempre in ricordo di Lelio Luttazzi e del vicino centenario dalla nascita, il secondo Award per la Musica andrà al Regista Giorgio Verdelli, che all’artista triestino ha appena dedicato l’interessantissimo docu-film “Souvenir d’Italie” .

Per il mondo del Vino a Castelbuono ritirerà il primo degli Awards il Dott. Rosario Lentini, grandissimo studioso e scrittore che ha letteralmente illuminato la storia di questa grande bevanda che ha accompagnato e spesso anche segnato la storia dell’uomo, pubblicando dei libri e degli studi davvero eccezionali che meriterebbero la lettura da parte di un vastissimo pubblico, proprio per conoscere anche alcuni aspetti della storia dei nostri antenati e del mondo intero .

Assieme al Dott. Lentini da Palermo, premiati per il Vino il personaggio più conosciuto della viticultura italiana ed internazionale, quale l’esimio Prof. Attilio Scienza – ex docente dell’Università di Agraria di Milano – ed altra grande studiosa proveniente dal Crea di Conegliano (Istituto di Ricerca per la Viticultura e l’Enologia), quale la D.ssa Manna Crespan, che proprio quest’anno ha presentato la propria eccezionale scoperta in cooperazione con altri studiosi del suo Team, sulle reali origini del Sangiovese che non sarebbero per nulla nell’alto Tirreno, ma ancora una volta tra Calabria e Sicilia.

Proprio questi tre grandissimi studiosi, nel prossimo fine Gennaio, in uno dei 3 interessanti convegni proposti dal Festival, discuteranno assieme a Giornalisti e produttori delle nuove scoperte e delle prospettive della viticoltura italiana . (previsto per il 20 e 21 Gennaio in sede che a giorni verrà comunicata) .

 Assieme a loro, premiata la trasmissione Geo di Rai3 e la giornalista Sveva Sagramola, per il grandissimo contributo giornaliero dato dalla trasmissione, per la conoscenza e conservazione di antichi cibi e mestieri e per la diffusione dell’importanza di preservare ambiente, tradizioni, saperi e prodotti artigianali di grande qualità .

Se “Azienda Blues & Wine dell’Anno” è stata eletta l’altoatesina “Arunda Vivaldi” (che da 4 anni ha vinto la Selezione Spumanti del Blues & Wine), accanto ad essa troviamo tra le premiate a vario titolo, aziende del calibro di : Planeta, Carlo Hauner, Morgante, Bottega, Cantine Felsina, Maeli Wine, Alessandro di Camporeale, Feudo Principe di Corleone, Feudo Disisa, Ca’d’Gal, Ca’Avignone, Vinisola e tante altre .

  Interessante l’Award per le più belle location della stagione toccate dal Festival in estate. E cosi tra esse troviamo due posti davvero incredibili per la loro bellezza ed unicità, come la splendida Abbazia S.Maria del Bosco di Contessa Entellina e l’anfiteatro delle Cantine Patria di Castiglione di Sicilia, nel cuore dell’Etna Rosso.

  Premiata la cucina dell’Hotel Sea Palace di Cefalù, come le bollicine particolari e speciali delle Aziende Maeli Wine e Vinisola, ambedue a base di Moscato, anche se rispettivamente dei veneti Colli Euganei e di Pantelleria .

  Ma assieme a tutto questo il Blues & Wine festeggia anche il grandissimo riconoscimento ottenuto dalla Rivista Media Partner della manifestazione, quale l’elegantissima e apprezzata “Bubble’s Magazine Italia”, messa su e diretta dal vulcanico scrittore ed editore, Andrea Zanfi .

 “Bubble’s Italia”, infatti, ha appena ricevuto il titolo di “migliore rivista del mondo del food & wine” riconosciuto dalla celebre Accademia Gourmand Awards Book, diretta dal famoso Edouard Cointreau (presidente dell’omonima casa di liquori e distillati) . Primo posto, su 115 riviste di settore selezionate da tutto il mondo.

La rivista in ogni numero dedica un editoriale che racconta in varie pagine le gesta del Blues & Wine Festival e lo stesso Joe Castellano è una delle firme dei contenuti e degli articoli della Rivista .

 Ma una parte da leone, faranno nei prossimi giorni anche i due grandi concerti Gospel, programmati per il 28 Dicembre presso il Teatro Luigi Pirandello di Agrigento ed il 29 Dicembre presso la Piazza del Duomo di Cefalù .

  In scena lo spettacolare Coro di Nate Martin & Sign, con i suoi 12 elementi tutti provenienti dalla Chiesa battista di Chicago, che presenta uno show super efferfescente, che mette insieme tradizione e nuove frontiere e che è stato insignito di numerosi premi e Grammy per il Gospel .

  Vari gli Enti a supporto dei due eventi musicali, tra i quali segnaliamo : Comune di Agrigento, Comune di Cefalù, Fondazione Teatro Luigi Pirandello, Regione Sicilia Assessorato Turismo Sport e Spettacolo, Ente Parco Valle dei Templi, Distretto Turistico Valle dei Templi, Costa del Mito ed altri ancora.

Mentre il Festival tiene a citare a supporto del proprio intero programma :  la CNA Sicilia, che sarà anche importante protagonista dei convegni e delle cene speciali, nonché la collaborazione amichevole di  Federazione Italiana Strade del Vino, Iter Vitis, e dell’Associazione Siciliando .

Ricordiamo, infatti, che a corredo del programma ci sono anche varie gustose Cene in storici ristoranti e trattorie siciliane, dove si racconta la storia del Vino e della Musica, e gli importantissimi convegni prima menzionati, che oltre alla più alta ampelografia, vedranno essere trattati argomenti sugli strumenti per aiutare le imprese del Vino e dell’Olio in tempo di crisi, nonché la ricerca delle origini di vino e olio, per come a noi tramandati dai coloni Greci .  

 Ultimo cenno infine al nuovo award per le aziende dell’olio . Dopo il successo della tappa estiva presso il frantoio Val Paradiso dei F.lli Carlino in quel di Camastra (AG), da quest’anno il Festival dedicherà sempre più attenzione anche al mondo dell’olio.

L’ottima azienda Principe di Aragona (AG), è anche lei premiata per gli interessanti prodotti bio che sta immettendo sul mercato e per una nuova attenzione rivolta alla propria diffusione .  Stessa qualità riscontrata anche in quanto proposto dall’Azienda Serrone di Racalmuto (AG) .

Dei XVI Blues & Wine Awards ricchissimi quindi, che chiuderanno a fine Gennaio una XX Edizione del Festival veramente favolosa e che è stata già ad oggi piena di tantissimi momenti emozionanti .

Il più grande Award però forse il Festival lo meriterebbe per se stesso . Andare in onda con un Festival del Vino e della Musica e facendo da pionieri al mondo oggi diffusissimo dell’Enoturismo, è veramente opera gladiatoria e di infiniti meriti, soprattutto quando si parte e si rimane in un posto come la Sicilia e si diffonde l’evento anche con tappe splendide in tutta Italia .

Se per gli artisti sono passati dal Blues & Wine artisti come : Blues Brothers, Earth Wind & Fire, Kool & The Gang, Gipsy Kings, Kid Creole & The Coconuts, Solomon Burke, la band di James Brown ed altri centinaia di grandissimi nomi del Soul, del Gospel e della migliore Black Music, il tutto è stato per merito esclusivo del patron Joe Castellano che con la sua Super Blues & Soul Band, è stato da sempre l’anima e la vera attrazione di questo Festival .

  Gli awards assegnati negli anni a personaggi come : Dacia Maraini, Paolo Conte, Solomon Burke, Marcello Masi e a tantissimi altri grandi personaggi, come quelli di questa edizione, dimostrano solo che il grande Luigi Veronelli ci aveva visto giusto anche quella volta…. quando aveva immediatamente approvato 21 anni fa, il progetto che vedeva lontano del suo grande amico Joe Castellano .

Prossimi appuntamenti :

 09 Dicembre – Castelbuono (PA) – Cena degli Awards – Ristorante Chiaramita

 16 Dicembre  – Milena (CL) – Cena Speciale del Vino e degli Olii – Ristorante La Lanterna

 28 Dicembre   – Agrigento  – Concerto Gospel Nate Martin & Sign – Teatro Pirandello

 29 Dicembre  – Cefalù  – Concerto Gospel Nate Martin & Sign – P.zza Duomo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.