Richard Sinclair domani si esibirà in concerto a Palermo

Ai Cantieri Culturali alla Zisa per la sua unica data in Sicilia.

Domani Richard Sinclair si esibirà in concerto, per la sua unica data in Sicilia, al NOZ (Nuove Officine Zisa) ai Cantieri Culturali alla Zisa (via Gili, 5 – ore 21.00 – biglietto al botteghino euro 10,00 – organizzato da Sasime Records e NOZ) con il featuring di Mezz Gacano, progetto musicale del siciliano David(e) Nino Urso Mezzatesta, accompagnati da un’orchestra d’eccezione. Sinclair è considerato uno dei capostipiti della “scena di Canterbury”, corrente del rock progressivo che si è sviluppata tra gli anni sessanta e i primi settanta, legata anche alla contaminazione di generi come il rock psichedelico, il jazz, la musica d’avanguardia e la musica elettronica.

Tra i fondatori di gruppi fondamentali di questa scena nata nel Kent in Inghilterra come Wilde Flower (a soli 15 anni), Caravan ed Hatfield and the North e membro in altrettanti gruppi come Camel, National Health, In Cahoots, Richard Sinclair (voce, chitarra, basso), per l’occasione, sarà affiancato sul palco da Mezz Gacano  (cori, chitarra), Antonio Tralongo (voce, viola, violino, live electronics), Andrea Ardizzone (tromba , eufonio), Marco Ardizzone (flauto, sax contralto, sax soprano), Amedeo Mignano (pianoforte, tastiere, sintetizzatori), Luca La Russa (basso, cori) e Giulio Scavuzzo (batteria).

La collaborazione tra Richard Sinclair, che nel 2006 lascia la sua storica casa di Canterbury per trasferirsi definitivamente in Italia, in un trullo a Martina Franca (TA), e Mezz Gacano nasce nell’agosto 2021 quando Sinclair scrisse queste parole a Mezz: “Great play, lovely tones. Would love to sing with you “Olga” Xxx love from Puglia south Italy, Richard Sinclair” (Ottimo gioco con toni adorabili. Mi piacerebbe cantare con te “Olga”. Xxx amore dalla Puglia sud Italia). Olga è il nomignolo di Mezz sui social network.

Da settembre dello stesso anno i due iniziano, via videochat, a suonare, improvvisare, registrare materiale e decidono di organizzare un concerto a Palermo che incarnerà lo spirito dell’intera carriera di Sinclair, dai primi Caravan, agli ultimi brani scritti e arrangiati insieme a Mezz, passando per i momenti salienti degli Hatfield and the North. Questa la scaletta del concerto:

Share It

In the land of grey and pink

Winter Wine

(Big) John Wayne socks psychology on the jaw

Chaos at the greasy spoon

The yes – no interlude

Fitter Stoke as a bath

Out of the shadows

Videos

Barefoot

Felafel Shuffle

What’s rattlin’

Dissassociation – 100% proof

What in the world

If I could do it all over again, I’d do all over you

Golf Girl.

Richard Steven Sinclair, nato a Canterbury, nel Kent, proviene da una famiglia di musicisti (sia suo padre che suo nonno, entrambi Dick Sinclair, erano intrattenitori musicali). Richard, di fatto uno dei capostipiti di quella che oggi viene ricordata come la “scena di Canterbury” (Wilde Flower, Caravan ed Hatfield and the North e gruppi come Camel, National Health, In Cahoots, etc), è stato introdotto all’ukulele all’età di 3 anni e alla chitarra a 6, e aveva solo 15 anni quando ha incontrato Hugh e Brian Hopper che lo reclutano nei Wilde Flowers, insieme a Kevin Ayers e Robert Wyatt (in seguito nei Soft Machine).

Nel 1968 fonda i Caravan, passando al basso e condividendo la voce solista con Pye Hastings. La sua vena compositiva è di rilievo nel terzo album della band, il classico: “In the Land of Grey and Pink”, di cui ha scritto e cantato la title track, “Golf Girl” e l’epica “Winter Wine”.

Nel 1972 si separa dai Caravan per formare gli Hatfield and the North con gli ex membri dei Delivery, Phil Miller e Pip Pyle, scrivendo alcune delle loro canzoni più amate, “Share It”, “Let’s Eat (Real Soon)” e “Halfway Between Heaven And Earth”. Nel 1974 partecipa a “Rock Bottom”, il secondo album solista di Robert Wyatt. L’album è stato prodotto dal batterista dei Pink Floyd, Nick Mason.

Nel 1975 torna a Canterbury, avviando un’attività di falegnameria/arredo di cucine pur mantenendo attività musicali fondando Sinclair & The South con Bill Bruford (Yes, King Crimson, Genesis).

Nel 1977 i Camel gli chiedono di sostituire il loro bassista scomparso. Questo periodo è durato per due album in studio e metà del live set A Live Record. Nel 1981 registra “Before a Word Is Said” in collaborazione con Phil Miller e Alan Gowen; L’anno seguente è ancora con i Caravan, partecipa a “DS Al Coda” dei National Health e si unisce agli In Cahoots di Phil Miller, per un tour europeo.

Nel 1990, reunion sia degli Hatfield and the North che della formazione originale dei Caravan.

Dal 1992 forma una serie di gruppi trasversali fra i quali i Caravan Of Dreams, con Andy Ward dei Camel e Hugh Hopper dei Soft Machine.

Nel 1994 realizza “R.S.V.P.” con Pip Pyle, Hugh Hopper, Tony Coe e Kit Watkins degli Happy the Man. Nel 2006 la tournèe con gli Hatfield and the North   si interrompe bruscamente per la morte di Pip Pyle.

Nel 2010, è con il trio douBt insieme ad Alex Maguire, Michel Delville e Tony Bianco con cui registra “Never Pet a Burning Dog” (Moonjune Records).

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.