Anas: i tavoli tematici sulla tangenziale di Agrigento al Farm Cultural Park di Favara

Continuano le iniziative del progetto di Dibattito Pubblico sulla tangenziale di Agrigento, promosso da Anas Spa.

Tutto pronto per i tavoli tematici che si svolgeranno l’8 luglio, alle ore 9.30, negli spazi di Palazzo Miccichè, al Farm Cultural Park di Favara. Quattro tavoli in contemporanea, coordinati ciascuno da un moderatore della società “Strategic Team of Planning”, nell’ambito dei quali i partecipanti saranno invitati a dare un proprio contributo sull’argomento seguendo l’Open Space Technology, una metodologia che permette di creare gruppi di lavoro particolarmente ispirati e produttivi. 

Si tratta di un approccio innovativo in cui le persone in tempi brevi produrranno un documento riassuntivo. I temi affrontati saranno: la tutela del patrimonio paesaggistico e culturale, la viabilità e i trasporti, il territorio e l’ambiente, le attività produttive. L’idea è quella di sottoporre le diverse alternative progettuali sulla tangenziale di Agrigento agli stakeholder del territorio rendendoli protagonisti attivi del Dibattito Pubblico. 

Durante i tavoli saranno valutati gli aspetti tecnici, ambientali, sociali ed economico-finanziari delle proposte progettuali. Il moderatore relazionerà in sessione plenaria sui risultati emersi in ciascun tavolo. Il report istantaneo sarà un documento con atti e relazioni che oltre alla sua utilità pratica diviene testimonianza di un lavoro fatto e garante degli impegni presi.

Emergeranno infatti le indicazioni che consentiranno di individuare la soluzione progettuale migliore per la nuova Tangenziale di Agrigento.

La scelta finale sarà quella che meglio potrà soddisfare le esigenze di tutti i soggetti coinvolti, ed in particolare delle comunità locali direttamente interessate dall’opera.

La Tangenziale di Agrigento, una volta realizzata, concorrerà allo sviluppo economico e sociale delle molteplici comunità e offrirà un importante servizio di mobilità di persone e merci, sicuro, innovativo e promotore di un modello di sviluppo orientato alla sostenibilità ambientale e sociale.

Scheda informativa

Il Dibattito Pubblico sulla Tangenziale di Agrigento è un processo di informazione, partecipazione e confronto con la cittadinanza, obbligatorio per legge (DPCM 76/2018), sulle opportunità, le soluzioni progettuali e le potenzialità dell’opera, inserita nel più ampio Itinerario “Gela – Agrigento – Castelvetrano”. Il progetto è volto a migliorare l’attuale assetto viario costiero, razionalizzando i flussi veicolari diretti o passanti nell’area della città di Agrigento. Si tratta di un’importante occasione per la riorganizzazione dei collegamenti locali, un nuovo sistema di connessione alla viabilità di accesso alla città, alla sua fascia costiera ed ai poli di servizi provinciali, distribuiti lungo il corridoio viario.

È progettato e guidato dal coordinatore del Dibattito Pubblico, figura imparziale che ha il ruolo di favorire la partecipazione, definire le attività e gli incontri, predisporre il piano di comunicazione e redigere la relazione conclusiva.

Anas Spa, società del Gruppo FS Italiane, è il soggetto proponente del Dibattito Pubblico, mentre STEP, Strategic Team of Planning, è la società incaricata per coordinarlo.

ALTERNATIVA 1

Prevede la realizzazione di un nuovo tracciato di circa 36,4 km, tutto in variante all’attuale SS115 e con una sezione a doppia carreggiata e due corsie per senso di marcia e di una nuova bretella di circa 8 km che collega la nuova tangenziale con la via storica (SS115) fra gli abitati di Siculiana e Realmonte. La bretella è prevista a singola carreggiata con una corsia per senso di marcia.

ALTERNATIVA 2B

Prevede la riqualificazione del tratto di statale 115 esistente fra Montallegro e Siculiana con caratteristiche proprie di una strada a singola carreggiata a una corsia per senso di marcia e la realizzazione del tratto in variante alla statale 115 di sviluppo ridotto rispetto all’alternativa 1 e pari a 27,2 km, ma con una medesima sezione composta da due carreggiate a due corsie per senso di marcia.

ALTERNATIVA 2

Si compone di un primo tratto che, oltre a recuperare l’attuale sedime della SS115 sino alle porte di Siculiana, crea una variante planimetrica dello sviluppo di circa 3,2 km, allo scopo di mantenersi all’esterno dell’area edificata di Siculiana e di un secondo tratto che, analogamente alle altre alternative, realizza la vera e propria Tangenziale di Agrigento con una strada a due corsie per senso di marcia e lo sviluppo di 26,8 km.

Potrebbero interessarti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.